“La Casa Bianca è al buio, è sparito Biden”, la teoria QAnon dei “Dieci giorni di tenebra”

di Bufale.net Team |

“La Casa Bianca è al buio, è sparito Biden”, la teoria QAnon dei “Dieci giorni di tenebra” Bufale.net

E niente, i QAnon non si arrendono ancora.

Sono fortemente indeboliti, certo. Spaccati e divisi, pronti a scannarsi tra di loro privi dell’unità che li rendeva più efficaci di altri gruppi del complotto.

Una setta ormai divisa e pronta ad urlare la sua rabbia ad un “Dio Imperatore” colpevole di averli scaricati. Una setta dove il suo stesso Sciamano, durante le richieste di impeachment per Trump chiese di poter essere chiamato a testimoniare, chiedendo ai suoi ex nemici “satanisti” di privare per sempre Trump dell’elettorato attivo e passivo come punizione per averlo abbandonato a marcire in cella.

Ma anche una setta a mezzo servizio ha ancora uno zoccolo duro pronto a spergiurare l’impossibile.

“La Casa Bianca è al buio, è sparito Biden” recita la teoria QAnon arrivata anche da noi dei “Dieci giorni di tenebra”.

“La Casa Bianca è al buio, è sparito Biden”, la teoria QAnon dei “Dieci giorni di tenebra”

Ci perviene un messaggio che recita così

“Per chi si stesse chiedendo se la Casa Bianca è ancora al buio, la risposta è sì. Questa immagine è stata presa un’ora fa (le due del mattino a Washington) dalla webcam che riprende la Casa Bianca. È tutto spento.
La sede del Presidente degli Stati Uniti sembra semplicemente non operativa.
In tutto questo, ci si chiede dove sia Biden. È letteralmente sparito. Non solo lui. Ma anche Kamala Harris. Nessuno dei due si è ancora presentato nella sala stampa della Casa Bianca per fare delle conferenze stampa ufficiali. Non solo. Nessun leader straniero si è recato in visita alla Casa Bianca.
L’amministrazione Biden è una amministrazione fantasma”.

In realtà, come abbiamo visto, Biden alla Casa Bianca c’è stato eccome.

Come prima cosa sbarazzandosi degli ornamenti più imbarazzanti del Tycoon, come il “bottone rosso per chiedere una Diet Cola”.

Per poi prendere residenza alla Casa Bianca e smantellare a colpi di Ordini Esecutivi gran parte dell’impianto politico del Tycoon.

Le “luci spente”?

Come riporta il servizio di Fact Checking di Reuters sotto ogni amministrazione, anche quella di Trump, la Casa Bianca spegne le luci alle ore 23 locali.

La teoria di QAnon si basa sul negazionismo estremo: i QAnon continuano a rifiutare il risultato delle elezioni, contro ogni prova contraria.

Continuano sostanzialmente a rifiutare che il tentativo di insurrezione al Congresso sia servito ad altro se non contribuire alla loro già pessima immagine nel mondo.

E mentre alcuni di loro si spingono a ritenere, nell’estasi negazionista, che Joe Biden sia il Patriota Q in persona e stia facendo finta di perseguirli per poi alla fine premiare i più valorosi, altri continuano a ritenere che le Elezioni USA siano un falso.

Che la Casa Bianca in questo momento sia vuota e disabitata, che il Patriota Q sia in un bunker segreto col Kraken, la Tempesta e il Sarchiapone e Biden si sposti di set cinematografico in set cinematografico per sfuggire al colpo di Stato militare col quale il Patriota Q e i citati esseri supremi, alla testa di un grande esercito, invaderanno gli USA per dichiarare Trump dittatore supremo del mondo.

Probabilmente, per quel che ne sappiamo e da quello che il Patriota Q si è degnato di farci sapere, telefonando al Dipartimento per la Difesa col telefono satellitare che Trump non ha restituito (nell’immediato) nel giorno dell’inediamento di Biden.

Facendo l’accento svedese in una conca. Con la patata in bocca e la molletta. Chiedendo

“Puontì! Potete Pompartare Biden per nominare Trump Tittatore ti MonTo?”

per poi riappendere quando il Dipartimento risponderà

“Patriota Q, Trump, ma è lei?!?!?!?”

E non sarebbe l’unico fallimento del povero Q, il personaggio inventato costruito come un fallimento umano beffato da Soros che più volte è sfuggito alla morte, sconfitto dagli Obama (nell’UFO Spaziale di Eva Braun), battuto agli “scacchi 4D” da Hillary Clinton, che ha vistoi suoi seguaci divorati dai Teletubbies al completo, è stato umiliato dalle tette di Katy Perry (che, essendo la madrina del 25ennale di Pokemon, lo avrà fatto sottomettere da Ash Ketchum e il Team Rocket al completo…), sottomesso da Tom Hanks, beffato da Matteo Renzi, umiliato da Xena la Principessa Guerriera e Conan il Barbaro e invaso dai Rettiliani, nonché inseguito da Mattarella pronto a dargli il fatto suo.

Ma potrebbe essere uno degli ultimi.

La morale della storia

Il fact checking si chiude qui, ma consentiteci a questo punto di evidenziare, per chi è rimasto, le somiglianze tra il metodo QAnon e quanto descritto da Asimov nel racconto “La Prova”.

Nel racconto un candidato politico decide di distruggere la reputazione del suo avversario, un famoso avvocato, diffondendo la voce che lui sia un sofisticato robot umanoide e convocando una ditta produttrice di robot per farlo esaminare.

L’avvocato, interpellato dalla ditta, risponde

Supponiamo che un uomo politico deciso a sconfiggere ad ogni costo un candidato riformista svolgesse indagini sulla sua vita privata e s’imbattesse in piccole stranezze come quelle cui ho appena accennato. Supponiamo che per distruggere la reputazione del candidato si rivolgesse alla U.S. Robots, considerandola la più adatta ad aiutarlo a raggiungere il suo scopo. Credete proprio che vi direbbe: “Il tal dei tali è un robot perché non mangia quasi mai in compagnia, perché non l’ho mai visto addormentarsi mentre dibatteva una causa, perché una volta ho sbirciato dentro la sua finestra nel cuore della notte e l’ho visto seduto a leggere un libro e perché ho aperto il suo frigorifero e ho scoperto che era vuoto?” «Se vi dicesse questo, voi gli fareste subito mettere la camicia di forza. Ma se vi dicesse: “Non dorme mai, non mangia mai”, rimarreste così colpito dall’affermazione, che non vi accorgereste che tale affermazione non è dimostrabile. E vi prestereste al suo gioco, aiutandolo nei suoi progetti.»

Facciamo quindi questo esperimento.

Rileggiamo la teoria dei “Dieci giorni di Oscurità” come la vedono i QAnon.

L’amministrazione Biden non c’è mai. La Casa Bianca è spenta, la sede del Presidente non sembra operativa

Farebbe un certo effetto su di voi, vero?

Immaginate ora che il predicato diventi

Biden è il Presidente Fantoccio dei Pedosatanisti della Palude perché una volta sono stato tutto il giorno e la notte sveglio a guardare le webcam della Casa Bianca, alle ore 23 le luci si sono spente ed io ero ancora sveglio, ad un certo punto Biden è andato a dormire ed io ero sveglio, il mattino dopo Biden ha fatto colazione ed è andato in bagno ed io ero seduto su quella sedia a guardare le luci della Casa Bianca ed ho visto che sono rimaste spente tutta la notte

Diventerebbe una cosa tutta diversa, non trovate?

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News