La bufala di Mattarella agente segreto contro Trump – #ItalyDidit 2: Electric Boogaloo.

di Shadow Ranger |

La bufala di Mattarella agente segreto contro Trump – #ItalyDidit 2: Electric Boogaloo. Bufale.net

Con la bufala di Mattarella agente segreto contro Trump le abbiamo viste tutta.

I QAnon si sono accorti dell’Italia, facendone epicentro di una loro quantomeno bizzarra narrazione.

Narrazione nella quale non riescono neppure ad essere vittoriosi.

#ItalyDidIt – Episodio 1

Abbiamo già visto come una loro bizzarra ricostruzione, suffragata da misteriosi dattiloscritti senza prove della loro provenienza e teorie non meno avulse da ogni prova il Patriota Q sia stato beffato, umiliato e sconfitto dall’alleanza Hacker di Matteo Renzi e Barak Obama.

Secondo questa teoria infatti il Patriota Q, tragicomico eroe sconfitto di una narrazione a metà tra l’anime malriuscito e Austin Powers, eroico capo di tutte le spie del mondo, bellissimo e ricchissimo seguace di Trump al comando di un esercito paramilitare segretissimo di cosplayer, del Kraken, della Tempesta e di Miocuggino.

In un Server in Germania.

Letteralmente. Rinchiusi dentro un computer che probabilmente aveva un Post-it sopra con scritto

“ACHTUNG! VOTI SEGRETI DI TRUMP”

E per questo aveva mandato ondate ed ondate di fedelissimi militi, fedeli solo a lui, Trump e QAnon, caduti come mosche per invadere il server. Evento del quale abbiamo una ricostruzione.

Nel quale, come in un episodio di Lupin non hanno trovato niente di che.

Se non un bigliettino di Renzi e Obama, novelli Hackerino e l’Uomo di Acciaio che grazie ad un collegamento satellitare hanno beffato il Patriota rubandogli i voti mentre il suo esercito moriva sotto i colpi della Merkel, per poi sottrarsi alla sua ira staccando in tempo la connessione.

Come dalla ricostruzione dell’evento che di seguito vi forniamo

Ma ogni saga cinematografica ha un suo seguito.

E il protagonista del secondo capitolo non è Matteo Renzi.

Come nella Lega degli Straordinari Gentiluomini di Alan Moore, un nuovo personaggio entra in scena nella legione dei nemici del Patriota Q.

Ed è il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Mattarella 007, al Servizio di Sua Maestà – #ItalyDidit 2: Electric Boogaloo

Siamo di fronte all’alba di una nuova Lega degli Straordinari Gentiluomini. Un manipolo di eroi comprendenti Soros, gli Obama (nell’UFO Spaziale di Eva Braun), Hillary Clinton, i Teletubbies al completo, le tette di Katy Perry, Tom Hanks, Matteo Renzi, Xena la Principessa Guerriera, Conan il Barbaro e i Rettiliani.

Abbiamo già visto come il Patriota Q si vanti di aver arrestato Papa Bergoglio.

Atto che, apparentemente, per i seguaci di QAnon è solo riuscito a scatenare l’ira di Sergio Mattarella, apparentemente il Presidente della Repubblica Italiana, ma di fatto il vero 007, Agente segreto al servizio di sua Maestà con licenza di uccidere, pronto a schierare il suo soave fascino e i congegni dell’amico M per sconfiggere il Patriota Q e Trump ponendo fine al loro sogno di una benevola Dittatura Mondiale Trumpista.

Piano che, secondo quanto rivelato dal portale “Bitchute”, noto alla stampa come un aggregato di contenuti di estrema destra e legati al complottismo, non si limita ad avere Mattarella che sconfigge politicamente il suo nemico, ma sembra doversi chiudere con uno scontro degno di quello tra 007 e Scaramanga nel quale l’Agente Segreto Mattarella sopprimerà Donald Trump e si allonterà al tramonto stringendo una Bond Girl tra le braccia.

E siamo tutti in ansia di scoprire cosa accadrà nel terzo capitolo della Saga.

Per ora preparati, Patriota Q.

Il suo nome è Mattarella, Sergio Mattarella.

E il suo Vodka-Martini deve essere Shakerato, non Mescolato. Altrimenti peggiori la tua posizione.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News