Ci sono i Quantum Dots dentro il Grafene col 5G: zuppa di fake news

di Bufale.net Team |

Ci sono i Quantum Dots dentro il Grafene col 5G: zuppa di fake news Bufale.net

Ci sono i Quantum Dots dentro il Grafene col 5G: una vera e propria zuppa di fake news attribuita a questo o quel personaggio di cronaca recapitataci in un pratico audio.

Audio che dichiara che moriremo tutti a causa dei citati Quantum Dots dentro il Grafene col 5G, oppure non moriremo perché saremo salvati da quella “Norimberga 2” che ormai è il Declas dei Novax.

Dove per Declas, ricordiamo, intendiamo quella teoria del complotto di QAnon per cui in un giorno pari solo all’Apocalisse Biblica Trump e il Patriota Q sarebbero tornati al potere per mandare alla corte marziale tutti i loro oppositori politici, giornalistici e sociali trasformando il Mondo in una Dittatura Mondiale Trumpista piegata al loro volere ed a quello dei seguaci più fedeli.

Pari è Norimberga 2, ma la “Punizione celeste” arriverà per infrazioni inesistenti.

Come il colossale miscuglione di Quantum Dots, Grafene e 5G

Cosa sono i Quantum Dots?

Qualcosa che non riguarda il contenuto dei vaccini.

I Quantum Dots sono sostanzialmente la versione postmoderna del dito pucciato nell’inchiostro indelebile che viene usato nei paesi del Terzo Mondo dove non possono permettersi un’anagrafe elettorale.

Una proposta del MIT, sottolinieamo proposta, parlava infatti di usare un “tatuaggio invisibile provvisorio” (durata media: cinque anni), visibile solamente usando uno smartphone, che consenta di “appuntare” sulla pelle del soggetto l’effettuata vaccinazione con data e lotto.

Proposta senza seguito, che avrebbe di fatto ricreato la situazione citata con l’inchiostro.

Ovviamente, dove c’è una Anagrafe Vaccinale Nazionale se non Europea (vedi Green Pass) non è necessaria alcuna forma di identificazione. Esattamente come in un posto dove c’è una anagrafe elettorale tu vai lì con la scheda, voti e nessuno potrà pensare che tu vada in giro per i seggi a votare più volte.

Laddove non c’è alcun sistema anagrafico, ti inchiostrano le mani perché tu non possa votare più volte, e si sono progettati sistemi del genere per impedire multiple inoculazioni o zero inoculazioni.

Va da sé che il “Quantum Dots”, così come progettato è un sistema ottico. Un “timbrino virtuale” e non “un sistema legato al 5G”.

Avere i Quantum Dots dentro il Grafene dentro il vaccino sarebbe l’equivalente di farsi mettere il timbrino per uscire e rientare da una fiera non già sulla mano, ma dentro il fegato, costringendo il buttafuori alla porta ad aprirti per guardarlo.

Il Grafene nei vaccini

Il Grafene nei vaccini è un’altra bufala più volte affrontata.

Come ormai sappiamo da lungo tempo non vi è traccia del Grafene tra gli ingredienti dai vaccini, ma ve ne è traccia nelle fake news.

Con tanto di disinformatori pronti a giurare di aver visto bizzarri alieni fatti di Grafene fargli il gesto dell’ombrello dietro il vetrino e sottoporli a bullismo.

Ovviamente, se non c’è Grafene non possono esserci i Quantum Dots. E data la natura dei Quantum Dots di tatuaggi, ci chiediamo l’utilità che potrebbe avere un parassita alieno tatuato e palestrato che fa gestacci ai ricercatori indipendenti.

E il 5G

Sappiamo che i novax sono sempre pronti a trovare collegamenti inesistenti tra le cose. Così tanto da rendersi responsabili di irresponsabili atti di vandalismo ai danni della rete mobile e fissa.

Abbiamo visto ripetitori mobili incendiati isolando interi quartieri in una sorta di violento Medioevo di ritorno, e inviti pubblici a cercare cabine e pozzetti della Fibra per versarvi dentro acido.

Abbiamo anche assistito al triste spettacolo di novax in giro col Bluetooth in modalità ricerca pronti a compilare liste di cellulari, boombox, auricolari bluetooth e dispositivi connessi dichiarando di aver trovato il codice bluetooth degli odiati vaccinati e di volerlo usare contro di loro.

Il tutto con tentativi di attacchi social a OpenFiber, Delta e altre ditte colpevoli di spargere il 5G, pari solo alla violenza degli attacchi contro “il giudeo untore” nel medioevo.

In sintesi?

Siamo a tre bufale al prezzo di uno. Ci sono i saldi anche nelle bufale.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Il seguente articolo fa parte del progetto di FACT-CHECKING di Bufale e segue tutte le regole del fact-checking e della metodologia qui indicata. Per eventuali reclami potete contattarci al seguente indirizzo.

Latest News