POLIZIA POSTALE Truffe ai danni degli anziani. Venti regole per evitare di essere truffati – Bufale.net

di Marcovalerio Cervellini |

POLIZIA POSTALE Truffe ai danni degli anziani. Venti regole per evitare di essere truffati – Bufale.net Bufale.net

polizia-postale-truffe-anziani-venti-regole
La Polizia di Stato ha avviato una campagna di prevenzione ed informazione sul tema delle truffe agli anziani, il cui numero è in costante aumento. Riportiamo di seguito il decalogo per prevenirli.

Ricordate che il truffatore generalmente non è una persona violenta, anzi ha un aspetto distinto, elegante e rassicurante, è un abiIe oratore e si mostra colto cosi da ispirare simpatia e soprattutto fiducia.

A casa

  • Chiudete la porta a chiave dall’interno.
  • Controllare ogni volta dallo spioncino prima di aprire.
  • Non aprite mai a persone sconosciute anche se vestono un’uniforme o dichiarano di essere dell’Enel, della Telecom, del Gas etc. Ricordare che ne le forze dell’ordine, ne gli enti pubblici o le banche mandano personale a casa per il controllare il pagamento delle bollette, la posizione pensionistica, per rimborsi o per sostituire banconote false date per sbaglio.
  • Non fidatevi anche se chi bussa vi mostra un tesserino di riconoscimento.
  • Non tenete denaro o oggetti preziosi sotto il materasso o in cassetti o a portata di mano.
  • Ricordatevi di chiudere la porta di casa anche se vi assentate soltanto per un momento.
  • Non consegnate denaro a persone che cercano di convincervi a prelevarlo.
  • Non permettete mai ad una persona sconosciuta di entrare nella vostra casa.

Per strada

  • Quando uscite non portate con voi troppo denaro.
  • Portate borse o borselli ben chiusi. Se potete, indossate la borsa a tracolla con l’apertura della cerniera sul davanti.
  • Nei luoghi affollati, state attenti alle persone che vi urtano o vi stanno troppo vicine.
  • In bicicletta non agganciate mai la borsa al manubrio o alla sella, mettetela nel cestino e copritela con altre cose.
  • In auto non tenete borse in vista e ricordate di mettere sempre la sicura alle portiere.
  • Non fermatevi mai per strada con persone che vi chiedono di fornire i vostri dati personali e non firmate nulla.
  • Diffidate sempre dallo sconosciuto che chiede di recarvi in banca o in posta a prelevare denaro. Le donazioni e le eredita non si ricevono da persone che si incontrano per strada.
  • Non date denaro a chi vi accusa di aver fatto un danno con la macchina. Rivolgetevi alla vostra compagnia di assicurazioni e, in ogni caso, chiedete immediatamente l’intervento delle forze dell’ordine.
  • Diffidate dalle persone che cercano di distrarvi con scuse quali: “ti è caduto un oggetto”, “hai la giacca sporca”. In questo modo potrebbero sfilarvi il portafoglio o i soldi.

Vicini alla vostra banca o alla Posta

  • Non parlate di operazioni di prelievo o deposito quando nelle vicinanze ci sono sconosciuti che possono ascoltarti.
  • Quando fate operazioni di prelievo o versamento in banca o in un ufficio postale, possibilmente fatevi accompagnare.
  • Se avete il dubbio di essere osservati o di essere stati seguiti, parlatene con gli impiegati o con chi effettua il servizio di vigilanza. Se questo dubbio vi assale per strada entrate in un negozio o chiedete aiuto.
  • Durante il tragitto di andata ritorno dalla banca o dall’ufficio postaIe, con i soldi in tasca, non fermatevi con sconosciuti e non fatevi distrarre.
  • Quando utilizzate il bancomat usate prudenza. Evitate di operare se vi sentite osservati.
  • Ricordate che nessun cassiere di banca vi insegue per strada per farvi notare un errore nel conteggio del denaro che vi ha consegnato.

Seguimi su Facebook e segui gli aggiornamenti della Polizia di Stato dalla pagina Facebook dell’Agente Lisa.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News