Antonio Bonafede, consigliere PD di Ragusa, arrestato a Pozzallo mentre si imbarcava per Malta con un carico di droga

di Luca Mastinu |

Antonio Bonafede, consigliere PD di Ragusa, arrestato a Pozzallo mentre si imbarcava per Malta con un carico di droga Bufale.net

La pagina Facebook Politici Corrotti, confisca dei beni e carcere il 10 dicembre ha pubblicato la notizia dell’arresto di Antonio Bonafede, consigliere 31enne di Ragusa, intercettato dalla Polizia di Stato mentre si imbarcava per l’isola di Malta con 20 chilogrammi di droga.

La notizia è vera, ma parliamo anche di precisazioni perché i fatti risalgono al 2016.

La fonte citata da Politici Corrotti, confisca dei beni e carcere è Corriere della sera e l’articolo, appunto, è datato 29 aprile 2016.

Su NeXt Quotidiano il 30 aprile 2016 scrivevano che si trattava di marijuana, 12 chili (non 20). Insieme a lui venivano tratti in arresto Antonio Genova (44 anni) e Salvatore Mauceri (32). I tre si stavano imbarcando dal porto di Pozzallo per raggiungere Malta, e gli inquirenti avevano notato uno scambio di trolley tra il consigliere comunale e gli altri due indagati.

Nel maggio del 2016 per Bonafede venivano disposti gli arresti domiciliari su decisione del Tribunale del Riesame. L’avvocato Giambattista Rizza sosteneva che Bonafede si stava recando a Malta per aprire uno studio tipografico, tesi sostenuta anche dagli altri due arrestati che raccontano che Bonafede stava solamente dando loro un passaggio, e nella sua borsa aveva solamente i suoi effetti personali.

Il 2 marzo 2018 si è tenuto il processo e il consulente tecnico d’ufficio ha concordato con il perito della difesa: la struttura nella quale gli investigatori erano appostati non consentiva un buon monitoraggio, tanto meno di scorgere movimenti quali scambi di borse.

Parliamo di notizia vera, quindi, perché è vero che un consigliere comunale del PD di Ragusa è stato arrestato in possesso di sostanze stupefacenti insieme ad altri due uomini. Su Pupia Crime è visionabile il video del suo arresto:

Tuttavia, parliamo di precisazioni perché la pagina Facebook che ha pubblicato il post riporta il fatto come se fosse uno scoop, ma parliamo del 2016. Antonio Bonafede, oggi, si trova ancora agli arresti domiciliari.

Nel momento dell’arresto, il segretario regionale del PD di Siracusa, Alessio lo Giudice, aveva chiesto la sospensione dal partito di Antonio Bonafede.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News