Scagionato il vaccino AstraZeneca con l’insegnante di Biella: la moglie farà la seconda dose

di Redazione Bufale |

vaccino AstraZeneca
Scagionato il vaccino AstraZeneca con l’insegnante di Biella: la moglie farà la seconda dose Bufale.net

Arrivano ulteriori contributi per quanto riguarda il caso del docente di Biella che non ha superato il vaccino AstraZeneca, almeno stando alle informazioni raccolte oggi in seguito all’autopsia. Argomento che in queste ore si presta a tanta disinformazione, complici anche alcune dichiarazioni da parte di Giorgia Meloni, come quelle che vi abbiamo riportato questa mattina. Ora, a proposito del caso di Biella e del pronunciamento di EMA sul prodotto, atteso nella giornata di domani, occorrono alcuni chiarimenti.

Vaccino AstraZeneca ininfluente sull’insegnate di Biella: messaggio dalla moglie

In questi giorni, infatti, ci sono state tante sentenze sul vaccino AstraZeneca, nonostante non si abbia neanche un’autopsia in grado di dimostrare il legame tra decessi e somministrazione del prodotto. L’ultimo esempio, a tal proposito, arriva come accennato dall’insegnante di Biella. Sandro Tognatti, di 57 anni, ha perso la vita pochi giorni dopo l’iniezione, innescando la corsa al titolone da parte di tante testate. Solo nella giornata di ieri, l’autopsia ha escluso qualsiasi nesso tra gli eventi, se non quello temporale (casuale).

Secondo la ricostruzione di ANSA, la morte del docente sarebbe dovuta ad un “fatto cardiaco improvviso“. C’è ancora incertezza sulle cause specifiche, ma gli esami del caso al momento hanno escluso nel modo più assoluto la correlazione tra il decesso e l’iniezione del vaccino AstraZeneca. Un altro episodio da evidenziare al cospetto di chi ha creato inutili allarmismi dal punto di vista medico.

Un ulteriore segnale, poi, ci arriva dalla moglie del docente, considerando il fatto che Simona Riussi ha rilasciato un’intervista a La Provincia Pavese. Dando prova di responsabilità e mantenendo sangue freddo in un momento delicato come questo, la donna ha fatto sapere che farà la seconda dose con il vaccino AstraZeneca, se consentito, senza mostrare alcun pentimento per la sua scelta e quella del defunto marito. Un atto dovuto, nel tentativo di sconfiggere una volta per tutte il Covid.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News