Replica ufficiale di Fedez sul testo di ‘Faccio brutto’: “Salvini cantava contro i napoletani”

di Redazione Bufale |

Faccio brutto
Replica ufficiale di Fedez sul testo di ‘Faccio brutto’: “Salvini cantava contro i napoletani” Bufale.net

Arriva in queste ore la replica di Fedez sul testo di ‘Faccio brutto’ ed altre canzoni che hanno caratterizzato la sua gioventù, con alcuni versi che effettivamente sembrano far venire a galla un approccio omofobo da parte dell’artista nel modi in cui si rapportava alla sessualità. Qualcosa abbiamo cercato di anticiparlo nei giorni scorsi con le prime analisi in merito, ma oggi è giusto riportare anche la presa di posizione del diretto interessato. Anche perché ne è scaturita una nuova polemica politica.

Cosa dice Fedez sul testo di ‘Faccio brutto’

Partiamo proprio dalla presa di posizione social di Fedez a proposito del testo di ‘Faccio Brutto’. Su Instagram ci sono delle stories oggi 4 maggio che tutti possono visualizzare. Parlando di quel pezzo, ad esempio, il cantante parla di “angolo delle comprensioni dei testi”. A tal proposito, il diretto interessato fa presente che “Faccio Brutto” ha lo scopo di ironizzare contro il cosiddetto ‘gangsta rapper‘, in relazione ad una serie di luoghi comuni di quel mondo che lo stesso Fedez non ha mai approvato.

Dunque, Fedez sostiene che con il testo di ‘Faccio brutto’ prenda dei tormentoni del mondo rapper, per ironizzare contro alcuni paradigmi. A tratti anche omofobi dal suo punto di vista. Insomma, una risposta ufficiale con cui, almeno per ora, dovremmo chiudere il cerchio su questa vicenda che solleva ancora discussioni.

Ci sarebbe, poi, il chiarimento generale di Fedez che va oltre il testo di ‘Faccio Brutto’, evidenziando che alcune frasi a lui associate in questi giorni risalgono a quando aveva 19 anni. Si scusa per alcune cose scritte, facendo presente a tutti che da allora sia cambiato moltissimo e che alcune uscite del passato siano peccati veniali di un ragazzo ignorante e molto giovane. Infine, il compagno di Chiara Ferragni ha ricordato a tutti i cori cantati da Salvini circa dieci anni fa contro i napoletani (come aveva riportato Il Messaggero), per rimarcare il concetto di “cambiamento”.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News