Reale l’affondo di Lucia Annunziata su Salvini per Sea Watch 3: “Ridicolo, un pagliaccio come leader”

di Redazione |

Lucia Annunziata su Salvini

Stanno facendo discutere non poco oggi 30 giugno le dichiarazioni di Lucia Annunziata su Salvini, in merito alla gestione del caso Sea Watch 3, con relative conseguenze legali per il capitano Carola Rackete. In particolare, la giornalista ha scatenato un putiferio sui social con alcune dichiarazioni indirizzate al Ministro dell’Interno, attraverso un editoriale pubblicato su Huffinghton Post destinato ad accentuare tensioni tra gli italiani che si spaccano con le loro opinioni su questa vicenda.

Andiamo dunque ad analizzare queste parole tanto dure di Lucia Annunziata su Salvini, che in prima istanza possiamo definire autentiche, come avrete notato dall’articolo che abbiamo linkato in precedenza. In primo luogo, si parla del fatto che lo stesso Salvini sia al centro di violazione delle leggi, riferendosi alla volontà di non soccorrere queste persone in mare. Insomma, nessun riferimento, almeno per ora, al tweet dello stesso leader della Lega che abbiamo portato alla vostra attenzione nella giornata di ieri con un articolo specifico, in cui gli italiani nel 2015 venivano invitati a disobbedire alle leggi se ritenute non giuste (in quel frangente, il Premier in carica era Matteo Renzi).

Importante dunque individuare lo scorcio dell’intervento di Lucia Annunziata su Salvini che sta creando notevoli frizioni sui social questa domenica, una volta appurato che le sue parole siano vere. Ecco un estratto che ci farà capire qualcosa di più sulla vicenda:

“Qualcuno metta fine a questa pagliacciata. Chi l’ha messa in piedi, nella sua ultima impersonificazione a fini mediatici, quella del peronista abbronzato e descamisado, ha decisamente varcato il senso del ridicolo: questo vicepremier che ha già tutta la tracotanza del premier, si appella, in difesa del paese, a leggi che è lui il primo a violare.

Il Matteo Salvini che ha violato la più importante delle leggi del mare, il dovere di soccorso, accusa la capitana di una nave di violare le leggi internazionali perché invece ha soccorso.

Qualcuno abbia il sussulto, nel Governo, di fermare Salvini, per la sua stessa dignità. E per la reputazione dell’Italia. Si può sopportare, infatti, molto in politica, ma non un pagliaccio come leader.

Liberate immediatamente Carola Rackete”.

Oltre a non essere ovviamente d’accordo con quanto dichiarato da Lucia Annunziata su Salvini, le pagine Facebook che sostengono alla Lega imputano alla giornalista di essersi dichiarata sempre al dì sopra delle parti, salvo poi dedicare all’attuale Ministro dell’Interno un editoriale su Huffinghton Post in merito alla vicenda Sea Watch 3 e Carola Rackete che a loro dire va oltre la normale critica politica. Staremo a vedere se ci saranno repliche ufficiali da parte dello stesso Salvini.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News