PRECISAZIONI Cade giù da un scogliera con l’auto e sopravvive 7 giorni bevendo l’acqua del radiatore

di Luca Mastinu |

PRECISAZIONI Cade giù da un scogliera con l’auto e sopravvive 7 giorni bevendo l’acqua del radiatore Bufale.net

Secondo un articolo pubblicato su L’Unione sarda il 16 luglio 2018, una donna sarebbe sopravvissuta ad un incidente bevendo per 7 giorni l’acqua del radiatore:

È caduta giù da un scogliera con la sua auto facendo un volo di oltre 60 metri, è rimasta una settimana intrappolata sul fondo della scogliera ed è riuscita a sopravvivere bevendo acqua dal radiatore del suo veicolo distrutto.

L’incredibile storia arriva dalla California: Angela Hernandez è stata trovata da un coppia di escursionisti, che prima hanno visto il suo Suv in parte sommerso dall’acqua vicino alla scogliera, poi hanno trovato la ragazza e chiamato i soccorsi.

Incredibile la storia di questa 23enne di Portland: stava andando a trovare sua sorella Isabel a Lancaster, quando per evitare un animale è finita fuori strada ed è caduta giù dalla scogliera nella zona di Big Sur.

La sua scomparsa ha subito catturato l’attenzione dei media: era stata immortalata per l’ultima volta dalle telecamere di videosorveglianza a un’ottantina di chilometri dal luogo in cui è stata trovata.

Poi il ritrovamento e l’intervento dei soccorritori, che sono riusciti a farle scalare la scogliera e poi a elitrasportarla in ospedale.

Angela era cosciente, ha riportato solo una ferita alla spalla: non si sa se e cosa abbia mangiato in questa settimana, quel che è certo è che ha bevuto l’acqua del radiatore del suo veicolo distrutto per dissetarsi, ha spiegato la polizia.

Il 6 luglio Angela Hernandez, 23 anni, si era messa in viaggio dalla sua casa a Portland per andare a trovare la sorella Isabel a Lancaster, nella contea di Los Angeles. Il 5 luglio aveva mandato un messaggio alla sua famiglia intorno alle 22, comunicando che intendeva fermarsi a riposare nel parcheggio di un negozio di alimentari della contea di San Mateo. L’indomani mattina, dunque il 6 luglio alle 8, con un altro messaggio comunicava alla famiglia che si era rimessa in viaggio.

Le sue ultime immagini erano state catturate da una telecamera della CCTV, in una stazione di benzina di Carmel. Da quel momento, Angela aveva smesso di inviare messaggi e la famiglia, allarmata, aveva tentato più volte di chiamarla, senza ricevere risposta. Una volta ricevuta la denuncia di scomparsa, l’ufficio dello Sceriffo della Contea di San Mateo aveva avviato le indagini e lanciato un appello sui social:

La vicenda si è conclusa venerdì 13 luglio, quando una coppia di escursionisti – riferisce lo Sceriffo della contea di Monterey, John Thornburg – aveva notato il relitto di una Jeep bianca a 200 piedi di profondità dalla scarpata di Big Sur. Avevano trovato, dunque, la ragazza ferita ad una spalla ma cosciente. Una volta rientrati nel luogo in cui erano accampati, avevano chiamato il 911. I soccorritori, giunti sul posto, hanno trasportato la ragazza nel più vicino ospedale tramite l’elisoccorso. Angela ha raccontato di essere uscita fuori strada per aver evitato di travolgere un animale, il 6 luglio, mentre percorreva la Nacimiento Fergusson, sulla Highway 1.

Parliamo di precisazioni, ora, per soffermarci sul dettaglio del radiatore. È vero che Angela Hernandez è riuscita a tenersi in forze e a idratarsi con l’uso del radiatore, ma è sufficiente consultare tutte le fonti riportate (ribadiamo: CNNThe Guardian e Independent) per accorgerci che, in realtà, la ragazza non ha bevuto l’acqua del radiatore, bensì ne ha utilizzato un tubo per dissetarsi da un fiume che scorreva nelle vicinanze.

La stessa Angela ha raccontato l’intera vicenda in un post sul suo profilo personale:

About 3 days had passed by now and the back of my jeans were torn apart, my socks were nothing but holes, and I could start feeling the effects of dehydration. I found my way back to my car and started looking around for anything I could use. I found a 10-inch black hose that seemed to have fallen off of my vehicle during the crash. It fit perfectly in the front pocket of my sweater, so I kept it there. I walked farther south down the beach than I ever had before and heard a dripping sound. I looked up and saw a huge patch of moss with water dripping down from it. I caught the water in my hands and tasted it. It was fresh!!!! I collected as much as I could in my little hose and drank from it for maybe an hour.

Addirittura, Angela riferisce di aver estratto l’acqua da una macchia di muschio dalla quale sgocciolava, e di aver usato un tubo “probabilmente caduto dalla sua macchina dopo l’incidente” per bere. Non è esatto, dunque, affermare che la ragazza si sia salvata bevendo l’acqua dal radiatore della sua Jeep.

 

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News