Oltre 290.000 numeri di utenti WhatsApp diventano pubblici: problemi con iPhone, Huawei e Samsung

di Redazione Bufale |

WhatsApp
Oltre 290.000 numeri di utenti WhatsApp diventano pubblici: problemi con iPhone, Huawei e Samsung Bufale.net

E’ stato notato negli ultimi tempi un nuovo bug che riguarda WhatsApp e che causa la diffusione del proprio numero di telefono su Google, rendendolo facilmente rintracciabile. La scoperta è stata fatta da un ricercatore, Athul Jayaram, che ha notato una vulnerabilità piuttosto importante che riguarda un servizio comunemente utilizzato da diverse pagine web e che risulta essere collegato direttamente a WhatsApp. E questo vale per tanti utenti iPhone, Huawei e Samsung, tanto per citare marchi popolari.

Da dove trae origine il problema WhatsApp per iPhone, Huawei e Samsung

Il bug in questione quindi non riguarda in maniera diretta l’app di messaggistica più famosa al mondo, ma il servizio a cui alcuni utenti fanno affidamento per comunicare in maniera diretta con il sito web che si sta visitando in quel momento. Qualcuno avrà utilizzato almeno una volta la funzione Click to chat presente sulla stragrande maggioranza dei siti web, soprattutto se si tratta di pagine online riguardanti ristorazione, turismo e così via. E’ un servizio che vi permette di parlare rapidamente con il gestore, prendendo ad esempio un appuntamento dal parrucchiere o prenotando un tavolo al ristorante e così via.

Ebbene chi utilizza questo servizio, che si basa sul comunicare poi tramite WhatsApp, rischia di ritrovarsi con il suo numero di telefono facilmente rintracciabile sul motore di ricerca più famoso al mondo. Al momento si tratta di un allarme privacy, con oltre 300 mila numeri di cellulare finiti su Google, ma il problema potrebbe ingigantirsi in quanto anche i truffatori hanno libero accesso a tutti questi dati. Ne ha parlato anche Times Now News.

Non solo, perché ci si ritroverebbe tartassati anche da chiamate di pubblicità invasive e dei classici spammer, insomma non una situazione piacevole per i vari utenti. L’unico modo per evitare di imbattersi in una situazione del genere, è evitare di puntare sulla funzione Click to chat presente in alcune pagine web che offrono tale servizio di comunicazione diretta. Purtroppo, pur essendo un modo rapido ed efficace per comunicare, ha generato un bug per WhatsApp che mina di gran lunga la privacy dei migliaia di utenti che lo hanno utilizzato.

Insomma, stavolta non parliamo di un comune aggiornamento WhatsApp, a differenza di quanto avvenuto pochi giorni fa. Chiaramente è consigliabile comunicare direttamente dall’app, evitando il passaggio dalla pagina web, solo in questo modo si eviterà di imbattersi in questo bug. Vedremo se riusciranno a risolvere questa spiacevole situazione che ha colpito la funzione Click to chat e che coinvolge anche WhatsApp. Occhio ai vostri dispositivi Huawei, iPhone e Samsung.

Nota dall’Ufficio Stampa di WhatsApp

Intanto, dall’Ufficio Stampa di WhatsApp ci dicono quanto segue:La nostra funzione Click to Chat, che permette agli utenti di creare un URL con il proprio numero di telefono in modo che chiunque possa facilmente inviare loro messaggi, è largamente usata da piccole e micro imprese nel mondo per connettersi con i propri clienti.

Sebbene abbiamo apprezzato il report e il tempo che il ricercatore ha impiegato per condividerlo con noi, non è stata tuttavia prevista una ricompensa perché il report contiene semplicemente un indice, ricavato da un motore di ricerca, degli URLs che gli utenti di WhatsApp hanno deciso di rendere pubblici. Tutti gli utenti di WhatsApp, incluse le aziende, hanno la possibilità di bloccare i messaggi indesiderati semplicemente con un tasto“.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News