Non si capisce come mettere reazioni WhatsApp su iPhone e Android: quando arrivano in Italia

di Redazione Bufale |

come mettere reazioni WhatsApp
Non si capisce come mettere reazioni WhatsApp su iPhone e Android: quando arrivano in Italia Bufale.net

In tanti qui in Italia non hanno ancora capito come mettere reazioni WhatsApp su iPhone e su dispositivi Android. Il mistero si infittisce, al punto che tocca ribadire alcuni concetti portati alla vostra attenzione nei giorni scorsi con un altro articolo. La storia è molto semplice, in quanto solo parte del pubblico ha ricevuto la suddetta funzione, destinata a rendere migliori le conversazioni private e all’interno dei gruppi. Una mossa che non sorprendere coloro che sono addentrati in queste dinamiche, dando uno sguardo allo storico dello sviluppo dell’app.

Quando arrivano e come mettere reazioni WhatsApp su iPhone e Android

Insomma, la domanda centrale del giorno non deve essere “come mettere reazioni WhatsApp su iPhone e Android”, ma quando arriva l’aggiornamento automatico. Già, perché chi non le trova è portato a pensare che il problema sia legato alla scarsa esperienza e competenza “tecnologica”. Non è così, almeno in questo frangente, in quanto gli sviluppatori pare abbiano deciso di prendersi più tempo del previsto per implementare la novità sugli smartphone sparsi in tutto il mondo.

Ci sono voci secondo cui l’aggiornamento automatico (nel senso che non sarete costretti a scaricarlo da iTunes o dal Play Store) possa arrivare a tutti nel giro di una settimana. Dunque, non vi occorre alcuna guida su come mettere reazioni WhatsApp su iPhone e Android. Serve solo pazientare, in quanto il team evidentemente vuole essere sicuro di distribuire la funzione solo dopo la fase test relativa ad una porzione di utenza.

Da un punto di vista pratico, se non sapete come mettere reazioni WhatsApp, non dovrete fare altro che attendere l’aggiornamento, per poi selezionare un messaggio ricevuto in chat ed individuare la reaction idonea rispetto a quanto letto. Tutto molto semplice, con una dinamica che ricorda molto quello che abbiamo toccato con mano su Messenger tramite Facebook.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

ATTENZIONE - L'articolo verrà successivamente completato con un FACT-CHECKING COMPLETO, ma per ora presenta un TAG PROVVISORIO con le informazioni fino ad ora raccolte per bloccare la viralità di eventuali bufale. La metodologia è spiegata nella seguente sezione: https://www.bufale.net/fact-checking-prearticoli

Latest News