L’Agente che ha liberato Silvia Romano: “Soldi riscatto negati al governo Lega, presi da casse integrazioni”

di Redazione Bufale |

Silvia Romano
L’Agente che ha liberato Silvia Romano: “Soldi riscatto negati al governo Lega, presi da casse integrazioni” Bufale.net

Fa chiacchierare non poco un nuovo video che vede protagonista il presunto agente che ha lavorato in prima persona alla liberazione di Silvia Romano tra il giorno 8 ed il 9 maggio, gestendo in prima persona le negoziazioni coi miliziani e la consegna del denaro necessario per il riscatto. Una nuova fake news, lo diciamo subito, sulla scia di quanto abbiamo riscontrato proprio in queste ore a proposito della ragazza milanese, in riferimento al suo nuovo nome dopo la conversione all’Islam e alla foto con un ragazzo di colore.

Il troll al posto dell’agente che ha pagato il riscatto di Silvia Romano

Senza girarci troppo intorno, il personaggio diventato nuovamente popolare oggi 11 maggio è un noto troll, vale a dire un soggetto che di volta in volta finge di essere un individuo con un ruolo differente. A seconda del trend del momento. Insomma, nel tentativo di sfruttare la grossa visibilità che in questo momento ha la liberazione di Silvia Romano, ha deciso di diffondere un nuovo filmato. Il problema è che in tanti stanno credendo a questa storia.

Cosa dice esattamente nel tanto discusso video l’agente che finge di essere stato l’artefice della liberazione di Silvia Romano? Tanto per cominciare, le sue parole rappresentano la conferma ufficiale sul fatto che sia stato pagato un riscatto per riavere in Italia la ragazza. Come se non bastasse, puntuale arriva la strumentalizzazione politica: i soldi per pagare il riscatto, infatti, ci sarebbero da diversi mesi, ma durante il governo gialloverde, con la Lega nella maggioranza, tutte le operazioni sono state bloccate.

Situazione opposta oggi, grazie al potere della Sinistra nuovamente al governo. Ancora, si afferma che i soldi del riscatto per liberare Silvia Romano siano stati presi dalle casse integrazioni, quelle ufficializzate in occasione dell’emergenza Coronavirus. Che di conseguenza slitteranno. Tutto falso, è opportuno evidenziarlo.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News