La rabbia di Salvini contestato a Imola coi libri dalle sardine: “In fabbrica fino a 90 anni”

di Redazione Bufale |

Salvini contestato
La rabbia di Salvini contestato a Imola coi libri dalle sardine: “In fabbrica fino a 90 anni” Bufale.net

Salvini contestato a Imola dalle sardine oggi 11 gennaio. Emergono alcuni retroscena su quanto avvenuto questo sabato durante il tanto discusso comizio del leader della Lega, al centro di una battaglia elettorale in Emilia Romagna contro il PD e insieme alla candidata Lucia Borgonzoni, come abbiamo potuto constatare di recente con alcune polemiche a distanza rivolte agli avversari. Le proteste odierne, più in particolare, hanno assunto connotazioni diverse dal solito, al punto che in molti hanno pensato a potenziali fake news.

Salvini contestato a Imola: libri e risposta del leader leghista

Andiamo con ordine, perché come si potrà notare dal video che trovate a fine articolo, abbiamo assistito a Salvini contestato a Imola non solo coi soliti cori, ma anche coi libri. Non poche, infatti, le sardine che hanno deciso di far sentire la propria voce esponendo ad esempio l’ultimo lavoro testuale di Carola Rackete. Un modo sicuramente anomalo per esprimere il proprio dissenso rispetto alle idee politiche portate avanti dal leader della Lega. Ne ha parlato anche Next Quotidiano.

Contestazione in alcuni momenti anche molto intensa, ma come evidenziato dallo stesso Salvini in toni e modalità tutto sommato civili. Allo stesso tempo, il numero uno del Carroccio non ha risparmiato una battuta alle sardine che si sono fatte sentire questo sabato, con una battuta ironica fino ad un certo punto a suo modo di vedere: “Teneteveli voi la Fornero e i Cazzola, in fabbrica fino a 90 anni“.

Insomma, non ci si limita a parlare di Salvini contestato a Imola dalle sardine oggi 11 gennaio, considerando sia lo strumento utilizzato da chi non la pensa come lui, esponendo libri in modo polemico, sia alla luce della replica da parte del diretto interessato. In ogni caso, per farci un’idea di quanto avvenuto stamane, qui di seguito trovate il video che ci racconta bene i fatti.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News