Il nome di Luca Traini sui caricatori di Brenton Tarrant, uno degli attentatori

di Luca Mastinu |

Un post della pagina Facebook I Marò e altre creature leggendarie mostra un’immagine in cui vengono ritratti i caricatori impiegati durante la strage alle moschee di Christchurch, in Nuova Zelanda, operata da Brenton Tarrant e da altri tre attentatori di cui era a capo. Secondo l’immagine, i caricatori usati riportavano il nome di Luca Traini, l’attentatore di Macerata, insieme ai nomi di altri personaggi usati come riferimento dai terroristi.

Il riscontro è presente su tante testate e su Huffington Post troviamo uno screenshot preso dall’account Twitter di Brenton Tarrant e ripubblicato da un altro profilo:

Più approfonditamente, seppur l’account di Tarrant sia stato chiuso dalle autorità è ancora presente nella cache a questo indirizzo e l’archivio conferma la presenza del nome di Luca Traini in uno dei caricatori. Appresa la notizia Giancarlo Giulianelli, avvocato di Luca Traini, ha espresso il suo pensiero:

È veramente drammatico quello che è successo in Nuova Zelanda. Con me anche Luca Traini condanna quell’attentato crudele. Lascia sconcertati anche la citazione di Traini nei caricatori degli attentatori. Non c’è assolutamente alcuna attinenza.

Il nome di Luca Traini, inoltre, è presente nel manifesto “The Great Replacement” che Tarrant aveva scritto per lanciare la sua missione omicida, consultabile in rete a questo indirizzo:

Non poteva mancare, tra i tanti nomi, il riferimento ad Anders Breivik, autore della strage del 22 luglio 2011 in Norvegia.

È dunque vero, come dimostra l’archivio cache del profilo Twitter di Brenton Tarrant, che sui caricatori usati durante l’attacco comparisse il nome di Luca Traini.

Latest News