Fuoriprogramma in piena diretta social per Salvini con la contestazione a Civitavecchia

di Redazione Bufale |

Salvini

Non era certo in programma per Salvini quanto avvenuto a Civitavecchia nella giornata di ieri. L’ex Ministro dell’Interno, infatti, stava tenendo un comizio, parlando tra le altre cose dell’emergenza rifiuti e della prospettiva che dei carichi potessero arrivare in città direttamente da Roma. Prospettiva che come si potrà immaginare non entusiasmi troppo la popolazione locale. Al di là dei suoi sostenitori, tuttavia, in piazza c’era anche un gruppetto che ha deciso di contestare il leader della Lega. Il tutto in un clima generale non serenissimo, dopo alcuni retroscena emersi a proposito della pagina delle sardine temporaneamente oscurata come avrete notato dal nostro approfondimento di lunedì.

Cosa è successo durante la diretta di Salvini a Civitavecchia?

I video riguardanti i comizi di Salvini, poi pubblicati nella sua pagina Facebook ufficiale, tendono a mostrarci i momenti più importanti dei suoi interventi, ponendo come sempre l’attenzione sui concetti ritenuti cruciali dalla macchina propagandistica del leader della Lega. Ma questo è il gioco delle parti, indipendentemente dal partito che si rappresenta in Italia e di certo “Il Capitano” non può essere criticato per un approccio del genere.

L’anomalia di Civitavecchia consiste proprio nella riproduzione in diretta, sui social, dell’intervento di Salvini. La contestazione andata in scena evidentemente non era in programma. Seppur il gruppetto fosse risicato rispetto a quanto avviene in altre piazze italiane che ospitano il numero uno del Carroccio, in questo casi si è rivelato a dir poco rumoroso.

Lo stesso Salvini si è trovato costretto ad interrompere il suo discorso, invitando provocatoriamente la persona che stava riprendendo la diretta a dirigersi verso i contestatori. Ne è nato uno scontro di idee e di cori tra coloro accorsi in piazza a Civitavecchia per sostenere il leghista, e chi invece voleva esprimere il proprio dissenso. Una scena più unica che rara, che oggi 27 novembre possiamo definire autentica grazie al video che segue.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News