DISINFORMAZIONE E ACCHIAPPALIKE Indovina chi è di sinistra e politicamente corretta

di Bruce McFrank |

DISINFORMAZIONE E ACCHIAPPALIKE Indovina chi è di sinistra e politicamente corretta Bufale.net

Ci è stata segnalata questa immagine, pubblicata il giorno 15 marzo 2017 dalla pagina Facebook Avvistamenti di creature mitologiche. Al momento in cui scriviamo ha totalizzato 3900 “mi piace”, oltre 46mila condivisioni e quasi 500 commenti.

Per quanto riguarda la storia di Gabriella Carsano, questo articolo di Wired.it del 14 marzo 2017 fa capire che la vicenda è un po’ più complessa di quanto l’immagine voglia far capire.

La vicenda è nota: una coppia di Mirabello, nel Monferrato, ha una bimba nel 2010. All’epoca il padre, Luigi Deambrosis, ha 69 anni, la madre, Gabriella Carsano, 57. I problemi iniziano subito, almeno secondo chi istruisce le prime segnalazioni e poi avvia il processo penale per abbandono: si noterebbero il “netto rifiuto” della madre al supporto psicologico proposto prima del parto e le “difficoltà della signora nella gestione della relazione della figlia”, corroborati da quei pochi minuti di presunto abbandono quando la piccola ha un mese. Il padre scarica l’auto di fronte a casa ed entra a scaldare il biberon, la figlia rimane sette minuti da sola in auto e inizia a piangere.

I vicini segnalano, testimoniano e così parte il procedimento che finirà, anni dopo, con un’assoluzione in Cassazione. Ma chissenefrega: la bimba ormai è stata dichiarata adottabile, in virtù del parallelo procedimento civile minorile, e sta crescendo con un’altra famiglia.

Ieri la nuova sentenza della Corte d’Appello di Torino, a cui la questione era stata rispedita sempre dalla Cassazione e a cui i coniugi Deambrosis si aggrappavano nell’ultima tappa (per ora, in Italia queste vicende non finiscono mai) del loro calvario per riavere la bimba.

[…]

Primo: va bene l’assoluzione della Cassazione ma gli Ermellini ignoravano lo stato attuale della bimba, che dal 2013 non ha contatti con i Deambrosis e vive serena con la famiglia adottiva. Il tempo è passato e farla tornare con i genitori naturali produrrebbe più danni che benefici. Secondo: l’età dei genitori “resta un fatto oggettivo secondo la Corte torinese, le cui parole contrastano anche con le richieste della Procura generale del capoluogo piemontese, e fatti oggettivi restano le diverse perizie psicologiche effettuate negli anni che interferirebbero sulle capacità genitoriali. Al quadro si aggiungono i sospetti che la donna fosse rimasta incinta con un percorso di fecondazione assistita secondo modalità all’epoca non consentite in Italia e su cui non ha mai raccontato alcun dettaglio.

Per quanto riguarda invece la cantante Gianna Nannini, anch’ella divenuta madre in età avanzata, ricordiamo che ha ella stessa subito numerose critiche proprio per questo motivo. Sui motivi che hanno fatto sì che potesse tenersi la figlia, mentre ai Deambrosis non è stato concesso, non è nostra intenzione discutere o indagare.

Noi di Bufale non siamo certo esperti di psicologia infantile, né vogliamo esprimere il nostro giudizio riguardo la vicenda. Vogliamo semplicemente precisare come i fatti siano ben più complessi di quanto un’immagine, volta a scatenare la facile indignazione del lettore ricorrendo allo “spettro” del politicamente corretto, lasci intendere. Senza contare che, per quanto ne sappiamo, pure i coniugi Deambrosis potrebbero essere “di sinistra e politicamente corretti”. Prima di indignarvi, accertatevi sempre di sapere bene di cosa si stia parlando e di avere sufficienti elementi per poter dare un giudizio.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News