Chi è il presunto medico che in 29 minuti di audio parla di finta pandemia e 5G?

di Luca Mastinu |

Chi è il presunto medico che in 29 minuti di audio parla di finta pandemia e 5G? Bufale.net

Un bel da fare, quello di chi non accetta la realtà oggettiva delle cose e cerca nuovi miti per dare un senso alle proprie teorie: è il caso di un audio lunghissimo della durata di 29 minuti in cui un presunto medico snocciola una serie di teorie sul COVID-19. Dei presunti medici e delle presunte teorie a loro attribuite abbiamo già parlato nell’analisi sul biologo dell’ISS, ma a questo giro ci ritroviamo con un contenuto più corposo e articolato, che tuttavia decade dal momento in cui non si conosce realmente chi lo abbia registrato. L’audio cattura la registrazione di una conversazione tra due persone, un uomo e una donna, e il primo sarebbe il presunto medico con grandi scoperte. Troviamo l’audio in formato video su una pagina Facebook (una delle tante) che però mette subito le mani avanti.

 

Attenzione: in questa analisi non riporteremo i nomi dei diretti interessati per ragioni di privacy. 

“Non possiamo verificare, condividete”, sul serio?

“Non possiamo verificare la fonte, ma sembra attendibile”: in poche parole gli admin della pagina che ci segnalano non pensano alla responsabilità che possono avere su ben 29 minuti di audio di cui non conoscono la fonte, ma soprattutto sull’effetto che potrebbero ottenere sui lettori iscritti alla loro community. Ascolta e Condividi, dunque, diventa l’imperativo già in uso nel mondo dei mendicanti del web (scopri cosa sono) al quale tantissimi utenti obbediscono passivamente senza considerare i rischi legali della condivisione compulsiva (qui un approfondimento).

La fonte è un primo ricercatore dell’ISS? Non esiste conferma

Ricercare la fonte tramite le parole chiave usate nel video non porta risultati, ma seguendo i commenti scopriamo che la voce del presunto medico – di cui a un certo punto si sente il nome di battesimo – è attribuita a P.M., che in effetti gode di un certo curriculum presso l’ISS. Il problema non è l’autorevole fonte, bensì che tale autorevole fonte non ha rivendicato da nessuna parte questo contenuto. Non esiste, infatti, alcun profilo social né alcun sito attendibile in cui le parole di P.M. siano da lui confermate.

La presunta fonte è un giornalista investigativo?

Ancora, numerosi post su Facebook dicono che la voce del presunto medico sia attribuita erroneamenteP.M. mentre in realtà apparterrebbe a un’altra persona che ha lo stesso nome di battesimo del primo ricercatore dell’ISS ma un cognome differente. Si tratterebbe di P.F., di cui non esiste traccia sulle piattaforme scientifiche. Difatti chi diffonde tale video specifica che P.F. non è un medico bensì un ricercatore che si occupa di tante cose.

“Il signore dell’audio, tale P.F., non è medico o simili, dice di essere un ricercatore, si interessa di alcuni temi (salute, medicina naturale, bioelettronica, bioenergetica, medicina quantica, etc) pare sia allievo di J.P.V.”.

Deve essere chiaro e cristallino che un “dice di essere” e un “pare” non possono dare oggettività alle informazioni. Tuttavia siamo andati a cercare notizie su J.P.V. di cui P.F. sarebbe allievo. J.P.V., difatti, non è un medico ma un giornalista investigativo che si occupa della rubrica “salute” su Mednat, un portale avverso alla medicina tradizionale che punta a curare l’uomo con soli elementi naturali. Ovviamente J.P.V. è fortemente contrario al farmaco e al vaccino e vorrebbe rieducare i medici alla cura naturale, in quanto li considera la categoria meno adatta a curare l’uomo. Per lui, infatti, la medicina tradizionale mantiene malato il malato.

Ora, non abbiamo prove sulla vera identità della voce presente nei 29 minuti di audio che i nostri lettori ci segnalano, né possiamo dire se realmente si tratti del timbro di tale P.F. “allievo” del giornalista investigativo J.P.V. che da anni combatte la medicina tradizionale. Certo è che, se così fosse, è naturale che chi vive nell’avversione verso la medicina non può che negare l’esistenza di una pandemia, credere nella correlazione del 5G e soprattutto scagliarsi contro i vaccini che arriveranno.

L’audio è stato catturato da una telefonata

Anche per questo aspetto dobbiamo avvalerci di quanto dicano i vari post e i vari commenti che stanno costellando Facebook in queste ore per poi prendere con le pinze tutte le informazioni raccolte. Tra le ipotesi (ripetiamo, ipotesi) più accreditate si tratterebbe di una telefonata tra P.F. (ricordate? L’allievo di J.P.V.) e la sorella di S.C., una deputata ex Movimento 5 Stelle e ora passata al Gruppo Misto.

La deputata era stata espulsa dal M5S dopo aver manifestato posizioni no-vax e aveva definito il partito “vicino alle agromafie“, per questo è entrata nel Gruppo Misto. Fortemente contraria al DPCM che ella considera anticostituzionale, S.C. ha strappato il decreto in aula anche in segno di protesta contro la possibilità di vaccinare i militari a settembre, una notizia di cui avevamo pubblicato un’analisi e che trovate a questo indirizzo.

È chiaro che tutte le attribuzioni che gli utenti social operano ora su medici, ora su ricercatori, ora su giornalisti e ora su parenti di politici non sono provate, dunque oggettivamente non conosciamo l’origine dei 29 minuti di audio pieni di complotti e disinformazione sul Coronavirus.

Nemmeno chi diffonde questi contenuti conosce la fonte, tuttavia si continua a condividere con tutti i “forse” e i “probabilmente” del caso. Ciò accade con l’obbedienza passiva all’imperativo “condividi”, un atteggiamento totalmente privo di spirito critico e coscienza. Inizialmente, ripetiamo, tale audio veniva attribuito al primo ricercatore dell’ISS, ma quest’ultimo non ha mai confermato tali affermazioni né rivendicato queste teorie. Se un uomo di scienza fa una grande scoperta, tale scoperta non rimarrebbe confinata a video vittimisti (“ho scoperto tutto ma ho paura che mi censurino”) sui social bensì verrebbe posta in esame dalla comunità scientifica e soprattutto continuamente rivendicata dagli autori.

Tutte le analisi sulla correlazione tra COVID-19 e 5G le trovate nel nostro archivio a questo indirizzo.

Non è il caso dei 29 minuti di audio del presunto medico che parla di COVID-19, un contenuto di cui non esiste fonte anche per stessa ammissione dei complottisti inferociti dei social.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News