Anomali SMS “Vota Lega” in Emilia Romagna: segnalazione al Garante della Privacy da Cathy La Torre

di Redazione Bufale |

Arriva una denuncia via social abbastanza importante da parte di Cathy La Torre, personaggio di spicco della causa “Odiare Ti Costa”, in riferimento ad alcuni SMS che si stanno diffondendo in Emilia Romagna dal mittente “Vota Lega”. Nello specifico, si tratta di un episodio che alimenta le polemiche in questa regione, dopo i fatti di Bibbiano che abbiamo portato alla vostra attenzione questa mattina, in vista della delicata tornata elettorale in programma il prossimo 26 gennaio.

Vota Lega
Vota Lega

Cosa dice l’SMS “Vota Lega” oggi 18 gennaio

Cosa dice l’SMS “Vota Lega”? In realtà informa il destinatario sulla chiusura della campagna elettorale a Maranello,i invitando tutti a votare il Carroccio tra poco più di una settimana. Il presidente ovviamente è Lucia Borgonzoni, mentre la preferenza specifica deve essere destinata a Marchetti Scarano. Non ne sappiamo di più, almeno stando agli screenshot che stanno circolando in questi minuti. Dura la replica di Cathy La Torre, con il suo post di poco fa su Facebook:

Questi cittadini si stanno chiedendo come la Lega sia in possesso dei loro numeri dato che non gli risulta di aver rilasciato alcun consenso per ricevere messaggi elettorali e inviti al voto. Sto raccogliendo uno per uno questi messaggi per farne una GIGANTESCA segnalazione al Garante della Privacy“.

Cathy La Torre, allo stesso tempo, fa sapere che nel caso in cui la Lega abbia raccolto in modo corretto i numeri di telefono dei destinatari dell’SMS “Vota Lega”, non avrà problemi a tutelare la propria posizione. Insomma, al momento la situazione è ancora di difficile lettura. Il nostro “notizia vera” si riferisce all’iniziativa social da parte della stessa Cathy La Torre, mentre al momento non possiamo avere la certezza assoluta che il messaggio in questione sia autentico, non essendo arrivato in redazione. Vi terremo aggiornati appena ne sapremo di più su questa vicenda potenzialmente molto delicata.

Aggiornamento: abbiamo modificato la foto all’articolo, rimuovendo quella erroneamente pubblicata in un primo momento.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News