Alessandro Di Battista querelato per aver parlato di legami tra la ‘ndrangheta e i Comitati Sì TAV

di Luca Mastinu |

Alessandro Di Battista querelato per aver parlato di legami tra la ‘ndrangheta e i Comitati Sì TAV Bufale.net

Le notizie su Alessandro Di Battista querelato per aver parlato di legami tra la ‘ndrangheta e i Comitati Sì TAV si rincorrono nelle ultime ore. Come riporta Giornalettismo, il 20 gennaio 2019 l’ex deputato del Movimento 5 Stelle è stato intervistato da Fabio Fazio per la trasmissione “Che tempo che fa” e ha sostenuto un legame tra la ‘ndrangheta e i Comitati Sì TAV pur ammettendo di non avere le prove.

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, spazio al chiuso

Più precisamente Alessandro di Battista aveva detto:

Io non c’ho le prove, però ricordo quando due ‘ndranghetisti furono intercettati e dicevano ‘Adesso ci tocca fondare un Comitato Sì Tav’. Io credo che il problema del Tav per qualcuno non sia ‘si fa, non si fa’. Io credo che qualcuno si sia già steccato qualche tangente.

Qualora non si dovesse fare quest’opera, e me lo auguro con tutto il cuore, qualcuno sarà costretto a mettersi le mani in tasca e restituire la tangente a chi l’ha pagato. Questo è il problema principale del Tav. E per quello tutto il popolo italiano compatto deve dire no a quest’opera.

L’intervento di Di Battista si può seguire dal minuto 17:54:

Per questa sua affermazione, leggiamo su Repubblica e Today, alcune associazioni piemontesi hanno depositato una querela contro l’ex deputato del Movimento 5 Stelle: si tratta dell’Unione Industriale Torino, Amma, Ance Piemonte, Confagricoltura Piemonte e Confindustria Piemonte. Secondo Ansa le associazioni si ritengono “destinatarie dell’offesa con dichiarazioni gravemente lesive” in quanto promotrici del Sì TAV.

Alla Magistratura tali associazioni hanno chiesto “volto alla tutela della loro reputazione e al riconoscimento della valenza diffamatoria delle affermazioni di Di Battista”.

La notizia è dunque vera: Alessandro Di Battista è stato querelato dagli industriali piemontesi per diffamazione dopo le esternazioni a “Che tempo che fa” sui legami tra i Comitati Sì TAV – di cui le associazioni sono promotrici – e la ‘ndrangheta.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News