Abbiamo il primo cane positivo al Covid in Italia: chiarita la questione sull’animale contagioso

di Redazione Bufale |

primo cane positivo al Covid
Abbiamo il primo cane positivo al Covid in Italia: chiarita la questione sull’animale contagioso Bufale.net

Dopo mesi di incertezze e notizie senza fondamento, abbiamo la conferma sul primo cane positivo al Covid in Italia. Uno studio che ci apre gli occhi sull’argomento, ma che allo stesso tempo non deve creare la stessa ansia che abbiamo riscontrato mesi fa, all’inizio della pandemia, quando soprattutto in Asia qualcuno ha pensato di sopprimere cani e gatti per paura. Dopo tanto tempo, dunque, torniamo ad affrontare la questione, cercando di chiarire alcuni punti molto importanti per gli italiani.

Cosa sappiamo sul primo cane positivo al Covid in Italia

Dunque, partiamo dal presupposto che ci sono conferme importanti a proposito del primo cane positivo al Covid in Italia. La storia ci arriva da Bitonto, con l’animale che ha un anno e mezzo e che, in queste settimane, sarebbe stato contagiato dalla sua famiglia. Come ci riporta Il Fatto Quotidiano in questi minuti, una conferma importante e difficile da smentire ci arriva da una persona che ha avuto modo di analizzare il tutto in prima persona. Stiamo parlando di Nicola Decaro, professore ordinario di malattie infettive degli animali presso l’Università di Bari, che si è espresso così:

“La barboncina è stata contagiata dalla famiglia, ma non corre nessun pericolo. E voglio tranquillizzare chi ha animali domestici a casa, non c’è nessun pericolo. A livello mondiale tutti i casi di cani, e gatti che spesso sono più sensibili al coronavirus, positivi sono asintomatici. E saranno circa una ventina i casi conosciuti, con una carica batterica molto bassa e quindi non infettante. Come anche il caso della barboncina di Bitonto, che è fuori dalla nostra ricerca però”.

Dunque, c’è da un lato il primo cane positivo al Covid in Italia, ma stando alle dichiarazioni del professore, possiamo tranquillamente affermare che non sia contagioso. Resta da chiarire la questione della sintomatologia. Solo ulteriori casi riscontrati, infatti, ci diranno di più sugli effetti del virus nei confronti di cani e gatti, tanto per citare gli animali con cui l’uomo tende ad avere più contatti.

Per ora, comunque, nulla di preoccupante, ma vi aggiorneremo appena ulteriori studi chiariranno ancora meglio la questione del primo cane positivo al Covid in Italia, dopo gli ultimi riscontri avuti a Bitonto.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News