Sommossa popolare per le tante rimodulazioni TIM del 23 gennaio: tutte le offerte coinvolte

Rimodulazioni TIM

Ci sono alcuni dettagli importanti che, a partire da oggi 23 gennaio, dobbiamo assolutamente analizzare per quanto riguarda le rimodulazioni TIM. Anche il 2019, infatti, si è aperto nel segno degli aumenti concepiti dalle compagnie telefoniche, con rincari che oscilleranno fino al 24 febbraio tra 0,99 euro e 1,99 euro. Un piccolo costo extra, ma su base annuale non indifferente per tanti utenti che magari in passato si sono ritrovati ad attivare delle offerte che sulla carta dovevano presentare le condizioni economiche originali “per sempre”.

Le rimodulazioni TIM più pesanti, come accennato, sfioreranno i 2 euro e secondo quanto raccolto in giornata riguarderanno piani come IperGiga Go, Gold Go, Galaxy Go, Young&Music Full Digital, Music Limited Edition, 60+ CB, Special +Voce, Special 400, Special Full Medium, Special Start e Special+ Start. La conferma è giunta proprio in questi minuti da una fonte attendibile come Mondomobileweb, anche se non si escludono ulteriori aggiunte in un contesto di questo tipo.

Passando invece alle rimodulazioni TIM meno pesanti, l’aumento di circa 1 euro per ogni rinnovo mensile lo possiamo considerare praticamente ufficiale per offerte come Young&Music Full Plus CB New, Young XL, Premium Go, Five Go, Special Medium CB, Special Voce (al/mnp), Special S CRM, Special +Voce Start, Special x Te 1000 e International 1000 New. Staremo a vedere anche in questo caso se ci saranno nuovi piani che verranno aggiunti all’elenco, visto che al momento siamo solo al cospetto di segnalazioni.

Una questione, quella delle rimodulazioni TIM, in netta antitesi con la prospettiva di andare incontro al decreto Semplificazioni di cui vi abbiamo parlato qualche giorno fa, quando è stata avanzata l’ipotesi che agli operatori potesse essere impedito di ufficializzare modifiche unilaterali del contratto. Al momento il progetto legislativo è stato messo in soffitta e i primi a pagarne le conseguenze sono coloro legati ai piani che vi abbiamo elencato con il nostro articolo del 23 gennaio.

Latest News