Stop a 40 milioni di tv con il DVB-T2 nel 2022: chiarimenti su decoder e digitale terrestre

di Redazione Bufale |

DVB-T2
Stop a 40 milioni di tv con il DVB-T2 nel 2022: chiarimenti su decoder e digitale terrestre Bufale.net

Sta creando scompiglio un articolo pubblicato in queste ore da una nota testata, in merito all’arrivo dello standard DVB-T2 nel corso del 2022. Il motivo va ricercato nella prospettiva di dover buttare via più di 40 milioni di tv in Italia, ignorando però tutto il discorso relativo all’acquisto di un decoder sul fronte del “digitale terrestre”. Cerchiamo di capirci al meglio oggi 29 aprile, dunque, affinché non ci sia una corsa sfrenata all’acquisto per un televisore di ultima generazione, dopo l’articolo sul tema che abbiamo pubblicato anni fa.

Non dovremo buttare più di 40 milioni di tv per il DVB-T2 nel 2022: occhio ai decoder per il digitale terrestre

Occorre essere molto chiari sull’argomento, in modo da gettare acqua sul fuoco. Tutto nasce da un articolo di Repubblica, che a conti fatti sembra gettare nello sconforto tutti coloro che si ritrovano in casa vecchi televisori. Senza alcuna voglia di doverli cambiare a breve termine. Un vero e proprio spauracchio l’arrivo del DVB-T2 nel 2022, che dal canto suo verrà anticipato dal 1 settembre 2021 dall’esordio sul mercato dello standard Mpeg-4.

Quello che per intenderci manderà in pensione l’attuale Mpeg-2. Ora, se da un lato è vero che tra fine 2021 e 2022 alcuni televisori non si potranno più utilizzare, al contempo determinati titolo servono solo a portare visite ai “cercatori di scoop“. Già, perché come avvenuto in passato con la prima svolta sul digitale terrestre, anche qui gli italiani potranno evitare di acquistare nuovi televisori compatibili dapprima con Mpeg-4, poi nel 2022 con DVB-T2, ricorrendo ad un semplice decoder.

Parliamo di prodotti che costano poche decine di euro e che, attualmente, si possono già acquistare su Amazon. Premesso che sul sito DGTV potrete effettuare tutte le verifiche del caso sull’attuale televisore o decoder in vostro possesso, bisogna dunque ridimensionare la questione. L’arrivo dei nuovi standard Mpeg-4 e soprattutto DVB-T2 potrebbe essere la scusa buona per acquistare un nuovo televisore, ma tutto può essere risolto con un decoder per il digitale terrestre compatibile con la nuova tecnologia.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News