PRECISAZIONI L’olio di palma contiene sostanze cancerogene bufale.net

di Redazione |

PRECISAZIONI L’olio di palma contiene sostanze cancerogene bufale.net Bufale.net

olio-di-palma

Di nuovo, per l’ennesima volta si scopre più invadente che mai sulle nostre bacheche il post “L’olio di palma è cancerogeno.”Alcuni rincarano la dose con i soliti “….e nessuno ve lo dirà mai. Solo noi abbiamo il coraggio….”. Il fatto di questo olio che ormai abbiamo letto in decime di forme differenti su articoli più o meno criptici o allarmistici, in realtà a mio modesto avviso meriterebbe unicamente di una serie di piccole specifiche che non lo renderebbero preoccupante come ad ora è. Ma si sa. Se la notizia è “soft”-pochi click-pochi soldi. Troviamo su siti di varia natura titoli rivelatori scritti a caratteri cubitali. L’Efsa ha dichiarato che….Ma andando per gradi cosa è l’Efsa.

L’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare o EFSA (acronimo di European Food Safety Authority) è un’agenzia dell’Unione europea istituita nel 2002. La sua sede è a Parma, in Italia. Fornisce consulenza scientifica e una comunicazione efficace in materia di rischi, esistenti ed emergenti, associati alla catena alimentare.

Nei giorni addietro i titoli hanno iniziato a parlare dei bambini per rendere il tutto più avvincente.   Questi verrebbero descritti come i più a rischio sul sito Efsa. Ma unicamente in caso di utilizzo esasperato e continuativo,e a mio avviso non sono dettagli da poter omettere in un articolo se si vuole dare la notizia con la sua effettiva valenza senza perderne il senso creando sensazionalismi inutili.

L’esposizione ai GE dei bambini che consumino esclusivamente alimenti per lattanti costituisce motivo di particolare preoccupazione, in quanto è fino a dieci volte quella che sarebbero considerata di lieve preoccupazione per la salute pubblica”, ha detto la dott.ssa Knutsen.

Il punto fondamentalmente viene rivisitato in chiave abbastanza semplicistica. L’eccesso fa male in ogni cosa. L’olio di palma è presente in molti prodotti, basta sapersi alimentare diligentemente variando prodotti e tipologia.

Ad oggi non hanno rilasciato dati relativi a cambiamenti/modifiche/studi ulteriori per il 2016, ma una delle ultime notizie a loro attribuibili è per certo molto rincuorante.

La disamina del gruppo ha messo in luce che i livelli di GE negli oli e grassi di palma si sono dimezzati tra il 2010 e il 2015, grazie alle misure volontarie adottate dai produttori. Ciò ha contribuito a un calo importante dell’esposizione dei consumatori a dette sostanze.

I livelli si sono notevolmente abbassati, le ditte stanno iniziando a moderare drasticamente l’utilizzo di questo olio di palma. Invece di gridare allo scoop,per chi di voi leggerà questa notizia, consigliamo unicamente di:

Non lasciate che un articolo x tra i tanti che circolano vi metta paura. Moderazione nell’utilizzo di determinati cibi e una sana e variegata alimentazione.

 

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News