NOTIZIA VERA Maglietta Salvini “Offense best difense”, la linea ha richiami fascisti dopo il giubbotto Pivert

di Redazione Bufale |

NOTIZIA VERA Maglietta Salvini “Offense best difense”, la linea ha richiami fascisti dopo il giubbotto Pivert Bufale.net

Sta sollevando un vero e proprio polverone il caso della maglietta Salvini, quella pubblicata dal diretto interessato sui suoi canali social durante lo scorso weekend con uno slogan ben preciso. Ovvero “Offense best difense“. Un dettaglio sfuggito a molti in un primo momento, ma che ad un’attenta analisi ha fatto venir fuori alcuni richiami che ci hanno segnalato e sui quali oggi abbiamo debunkato.  DIciamo subito che non è il primo caso, infatti troviamo lo stesso Ministro dell’Interno allo stadio con un giubbotto Pivert in una polemica simile.

Cosa c’è di male dietro alla maglietta Salvini? Apparentemente nulla, almeno fino a quando a sponsorizzarla e a richiamare il fatto che il leader della Lega l’abbia indossata non sia stato lo stesso produttore del modello, vale a dire Black Brain con un post ufficiale su Facebook. Il link appena riportato, in primis, ci dimostra che la t-shirt sia a tutti gli effetti un prodotto ufficiale e che l’immagine che vede Salvini indossarla non sia stata in alcun modo ritoccata (da una prima analisi).

Premesso questo, occorre sottolineare che da sempre Black Brain sia un marchio associato alla estrema destra, quella fondamentalmente filo fascista. Basti pensare al fatto che nel suo catalogo troviamo prodotti che inneggiano addirittura la Decima Mas, oltre al motto delle SS tedesche, vale a dire Meine Ehre heißt TreueIl fatto che un ministro abbia indossato un prodotto con questo marchio, non a caso, oggi ha scatenato forti polemiche sui social. Dettaglio riportato in giornata anche da Il Fatto Quotidiano.

Maglietta Salvini

Ricordiamo che è la seconda volta in meno di 24 ore che Salvini viene in qualche modo legato al mondo fascista, alla luce di una citazione utilizzata dal diretto interessato che a detta di molti apparterrebbe a Mussolini, anche se ci siamo affrettati a fornirvi tutte le precisazioni del caso sotto questo punto di vista. Di certo il caso della maglietta “Salvini” non aiuterà a stemperare gli animi sotto questo punto di vista (la trovate anche sul profilo Facebook ufficiale del ministro), considerando la natura dello slogan “Offense best difense” e le idee portate avanti dai produttori dopo il caso del giubbotto Pivert.

Quest’ultimo, infatti, è stato realizzato da un marchio fondato da Francesco Polacchi, responsabile nazionale di Blocco Studentesco.

Si tratta in sostanza dell’organizzazione giovanile legata a Casapound e già allora ci furono forti polemiche. Alimentate oggi 31 luglio dalla nuova maglietta Salvini.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News