NOTIZIA VERA Gruppo Facebook sul Duce: Indagato l’autore e sotto esame gli utenti – bufale.net

di Claudio Cloddy |

NOTIZIA VERA Gruppo Facebook sul Duce: Indagato l’autore e sotto esame gli utenti – bufale.net Bufale.net

gruppo-facebook-sul-duce

La notiza è VERA ed accertata da più fonti, articoli di cronaca locale ed una nostra telefonata alla Polizia Postale di Imperia.

Ma andiamo con ordine: La Polizia Postale di Imperia, con la collaborazione della Digos ha denunciato per apologia del fascismo un uomo di 35 anni della provincia di Bergamo.
L’uomo gestiva su Facebook un gruppo denominato “Gruppo Dux Nobis” che aveva alcune centinaia di utenti, che inneggiava alla rivoluzione fascista.
L’uomo aveva tentato di creare il gruppo incriminato cercando di restare nell’anonimato, ma i suoi sforzi sono risultati vani contro le indagini specialistiche della Poliza Postale.
La successiva perquisizione al domicilio dell’indagato ha consentito di rinvenire e sequestrare materiale informatico dal quale, dopo l’analisi forense dei supporti, sono emerse numerose immagini dai contenuti riconducili ai regimi fascista e nazista.
Inoltre, proprio in considerazione dei contenuti in argomento, il gestore Facebook ha proceduto all’oscuramento del profilo.
La denuncia è partita da un utente Facebook, giornalista imperiese, che si è trovato, a sua insaputa e suo malgrado, tra i simpatizzanti nel gruppo in questione e ha denunciato il tutto alla Digos.
Da qui le indagini che oltre all’uomo stanno coinvolgendo tutte le persone che facevano parte del Gruppo. Sono infatti in corso tutti gli accertamenti del caso.

Di seguito vi diamo alcune precisazioni, perchè altre pagine Facebook affermano che l’uomo che ha creato il Gruppo sia stato arrestato. Ciò al momento è falso, è stato denunciato ed indagato e la giustizia penale non si è ancora espressa in via definitiva. Ci sembra giusto inoltre, a titolo informativo, chiarirvi le idee riguardo il reato di apologia del fascismo.

L’apologia di fascismo è un reato previsto dalla legge 645 del 1952, detta anche Legge Scelba.

Tale legge sanziona chiunque

promuova od organizzi sotto qualsiasi forma,la costituzione di un’associazione, di un movimento o di un gruppo avente le caratteristiche e perseguente le finalità di riorganizzazione del disciolto partito fascista, oppure chiunque pubblicamente esalti esponenti, princìpi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche.

inoltre l’articolo 1 di tale legge si attua quando

un’associazione, un movimento o comunque un gruppo di persone non inferiore a cinque persegue finalità antidemocratiche proprie del partito fascista, esaltando, minacciando o usando la violenza quale metodo di lotta politica o propugnando la soppressione delle libertà garantite dalla Costituzione o denigrando la democrazia, le sue istituzioni e i valori della Resistenza, o svolgendo propaganda razzista, ovvero rivolge la sua attività alla esaltazione di esponenti, principi, fatti e metodi propri del predetto partito o compie manifestazioni esteriori di carattere fascista

Su Facebook vi sono numerose Pagine o Gruppi di stampo fascista. Alcune inneggiano al Duce, altre alle sue ideologie. Vi sono alcune di queste che contano poche centinaia di iscritti ed altre che ne contano alcune migliaia. Una delle pagine più numerose ne conta poco più di 53.000. Al momento, per quello che sappiamo, nessuna altra pagina è sotto indagine da parte della Polizia Postale, ma certo non possiamo escludere che questo non possa avvenire in futuro se ci fossero delle denunce fondate da parte di alcuni utenti.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News