Non si mette bene per Ibra e Lukaku: chi rischia di più la squalifica e a quanto ammonterebbe

di Redazione Bufale |

Ibra e Lukaku
Non si mette bene per Ibra e Lukaku: chi rischia di più la squalifica e a quanto ammonterebbe Bufale.net

Il caso riguardante Ibra e Lukaku, con lo scontro avvenuto nei quarti di finale di Coppa Italia dello scorso martedì, diventa oggetto di inchiesta. La Federcalcio ha deciso di avviare un’inchiesta con la Procura che si occuperà di portare avanti le indagini visionando tutto il materiale audio e video del match per capire effettivamente cosa i due calciatori si sono detti. Scenari non incoraggianti per loro, secondo FC Inter News.

Squalifica extra per Ibra e Lukaku: gli scenari dopo l’apertura dell’inchiesta

E’ stato convocato anche l’arbitro Valeri che sarà interrogato per chiarire meglio la faccenda, anche se è improbabile che possa cambiare la sua versione dei fatti. Valeri infatti ha semplicemente ammonito entrambi i calciatori durante lo scontro verbale. La sua decisione è stata quindi presa, ha sanzionato Ibrahimovic e Lukaku per il loro spiacevole diverbio faccia a faccia, ma la Federcalcio ha dovuto lo stesso intervenire per le frasi emerse da entrambi i calciatori.

Sembrano infatti piuttosto chiare le parole di Ibrahimovic che in inglese ha invitato Lukaku a praticare i riti vodoo insieme alla madre, utilizzando ovviamente un linguaggio più colorito. Bisogna ora capire se la Procura riuscirà effettivamente a decifrare meglio tale frase e se la considererà discriminatoria, con Ibrahimovic che avrebbe violato l’articolo 28 del Codice di giustizia sportiva.

Nel dettaglio si parla si frase discriminatoria contro una pratica religiosa che è appunto il vodoo. Nel caso in cui Ibrahimovic dovesse essere considerato colpevole, rischia dieci giornate di squalifica in Coppa Italia o una sanzione disciplinare a tempo. Diverso discorso va fatto invece per Lukaku, qui non è assolutamente chiaro se il calciatore abbia effettivamente detto “ti sparo”.

E’ quindi necessario analizzare meglio il materiale che la Procura ha a disposizione, ma nel frattempo l’inchiesta è stata aperta, quindi bisogna arrivare poi ad una decisione finale. Intanto Milan ed Inter sono già pronte a difendere i propri tesserati, con la dirigenza rossonera convinta di come lo svedese abbia pronunciato quella frase sulla base di una storia che circola in Inghilterra riguardante il proprietario dell’Everton e i riti voodoo che influirono sulle scelte di mercato di Lukaku.

Mentre l’Inter ha sì evidenziato un comportamento eccessivo del proprio tesserato, ma è stato toccato nella sfera personale menzionando la madre. Vedremo quale sarà l’eventuale squalifica extra per Ibra e Lukaku.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News