No, non è vero che il Tennessee ha approvato campi di internamento per i novax

di Bufale.net Team |

No, non è vero che il Tennessee ha approvato campi di internamento per i novax Bufale.net

Ci segnalano una presunta norma riassumibile in “il Tennessee ha approvato di campi di internamento per i novax“.

Mai fact checking fu più facile: non esiste alcuna legge che possa consentire al Tennessee di aprire campi di internamento per i novax.

Invero la teoria delle amministrazioni Dem che aprono campi di concentramento per punire i Repubblicani, i novax ed altri fautori di teorie del complotto è una vecchia conoscenza.

Caposaldo della teoria, ormai pluridecennale, sono i “Campi FEMA”. La bizzarra teoria per cui se i seguaci di Trump aprono campi di sterminio per rinchiudere tutti gli elettori Dem, i giornalisti, i fact checker, Katy Perry, Tom Hanks, Soros e i Teletubbies è una cosa buona e giusta, ma se lo fanno gli elettori Dem è prova della loro malvagità.

Teoria mai assistitita da prove, che col COVID19 ha avuto un nuovo rinascimento.

No, non è vero che il Tennessee ha approvato campi di internamento per i novax

La norma invocata dai teorici del complotto è l’Executive Order 83.

Così occulto che è liberamente disponibile per la lettura come tutte le norme.

Ora, se fosse vero che il Tennessee ha approvato campi di internamento per i novax, sicuramente non lo pubblicherebbero nell’equivalente locale della Gazzetta Ufficiale chiedendo per piacere ai novax di presentarsi per l’internamento.

Perché non è quello che l’Executive Order 83 dice.

Il testo della norma sostanzialmente autorizza quello che stiamo facendo anche noi in Italia, e si fa in tutto il mondo, per superare lo stato di emergenza.

Ovvero:

  1. Consentire anche a specializzandi, medici in pensione, medici volontari di altri di altri stati e altro personale Sanitario in attesa di abilitazione di poter prestare la loro opera in emergenza;
  2. consentire ai medici di lavorare in modo flessibile, anche fuori dipartimento, per far fronte a successive eventuali ondate pandemiche;
  3. autorizzare l’utilizzo della Guardia Nazionale per il supporto delle operazioni (un po’ come da noi la Protezione Civile è presenza fissa e preziosa in ogni Hub Vaccinale);
  4. allentare le restrizioni burocratiche necessarie per costruire nuovi centri di cura ed ambulatori, abbattendo la documentazione per il ministero della Sanità;
  5. consentire la costruzione di strutture per la quarantena, anche fiduciaria, e la convalescenza di chi ha bisogno di un posto dove effettuare la quarantena e non lo ha.

Leggendo la norma noterete che non esiste un obbligo di “Campi di internamento”, ma semplicemente chi volesse costruire una simile struttura, dovrebbe passare attraverso meno burocrazia.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News