L’emiro del Catai, Amin Kamya Salouini: “Ho deciso di donare a Macron 49 milioni di euro”

di Luca Mastinu |

Un meme riporta una dichiarazione di un presunto emiro del Catai, Amin Kamya Salouini, indignato per la reazione di alcuni leghisti e sovranisti italiani alla notizia del rogo di Notre Dame di Parigi.

L'immagine può contenere: 1 persona, testo

Sono rimasto inorridito quando sui social ho letto molti commenti di leghisti e sovranisti italiani felici per ciò che è successo in Francia, e che festeggiavano per la distruzione di un monumento patrimonio non soltanto della Francia, ma dell’intera umanità. Per questo ho deciso di donare al presidente Macron 49.000.000 di euro, affinché Notre Dame sia ricostruita.

– Amin Kamya Salouini, Emiro del Catai –

Dobbiamo parlare di “satira”, a questo giro, perché gli elementi di chiara matrice satirica sono ben 3:

  • L’uomo della foto, con il volto intenzionalmente ritoccato con tonalità più scure, è il vicepremier Matteo Salvini;
  • La donazione attribuita all’inesistente emiro del Catai è un chiaro riferimento ai 49 milioni di euro legati al caso della Lega;
  • Il terzo elemento, forse un po’ meno intuitivo per i non sardofoni, è il nome scelto per il personaggio fittizio.

“Amin Kamya” Saoulini, infatti, è la distorsione grafica di un’interiezione tipicamente sarda, “Minca mia”, usata principalmente nelle province di Cagliari e Oristano. Questi elementi creano il meme satirico di facile intuizione, in quanto il volto mostrato è chiaramente quello del nostro Ministro dell’Interno e i 49 milioni sono nient’altro che un’allusione.

Parliamo di “satira”, quindi, perché in questo caso siamo di fronte a un’evidenza: nessun emiro del Catai donerà 49 milioni di euro a Macron.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News