Il retroscena su CR7 e lo spogliatoio della Juve in vista del suo rientro in Italia

di Redazione Bufale |

Il polverone mediatico creato da Cristiano Ronaldo durante l’ultimo match di campionato contro il Milan, non sembra aver creato alcuno screzio all’interno dello spogliatoio. I compagni non hanno mostrato alcun fastidio per la sua fuga anticipata a casa, prima del termine della sfida contro i rossoneri. La stessa società ha minimizzato la cosa non intervenendo sulla questione, medesima strategia utilizzata anche da Sarri nel post partita.

CR7
CR7

Solo i media quindi sembrano aver marciato un bel po’ sull’intera vicenda che, sicuramente non è piaciuta a molti tifosi bianconeri, ma potrebbe dirsi completamente conclusa con il ritorno di Cristiano Ronaldo a Torino, previsto dopo i due impegni con il Portogallo. Il fuoriclasse bianconero è pronto a chiedere scusa ai compagni, probabilmente lo farà in maniera discreta all’interno dello spogliatoio, ma già con il suo tweet dopo l’ultima partita di campionato, aveva creato un alleggerimento della tensione di qualche ora prima.

La Juventus si attende solo ed esclusivamente che Cristiano Ronaldo faccia il suo dovere, quindi segnare gol decisivi già dalla prossima partita di campionato, una sfida alquanto rischiosa contro l’Atalanta di Gasperini. A Bergamo non sono mai partite semplici, bisognerà quindi dare il tutto per tutto per portare a casa un risultato importante e continuare a mantenere la vetta della classifica. Seppur molti pensano che la Juventus voglia puntare tutto sulla vittoria della Champions League, Sarri non ha alcuna intenzione di lasciarsi scappare l’opportunità di vincere per la prima volta il campionato di Serie A.

Il fatto poi che l’antagonista principale sia l’Inter di Conte, sta dando all’ambiente bianconero ancora più stimoli. Sicuramente dopo questa sosta la Juventus proverà a dare più spettacolo e soprattutto a soffrire di meno durante le partite, ma un aiuto concreto dovrà arrivare proprio da Cristiano Ronaldo. Il problema al collaterale non è serio, altrimenti non sarebbe partito con il suo Portogallo, ma dovrà inevitabilmente mostrarsi diverso dal calciatore spento e privo di idee visto negli ultimi due match.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News