Grossa bufala sui fuochi d’artificio a Tokyo per le Olimpiadi 2020 e l’overture del Guglielmo Tell

di Redazione Bufale |

fuochi d'artificio a Tokyo
Grossa bufala sui fuochi d’artificio a Tokyo per le Olimpiadi 2020 e l’overture del Guglielmo Tell Bufale.net

Una grossa bufala quella che ha preso piede sui social in queste ore, a proposito dei presunti fuochi d’artificio a Tokyo andati in scena in queste ore in onore delle Olimpiadi 2020. Dopo le bufale su altri eventi del genere che abbiamo trattato sul nostro sito, quella di agosto si riferisce al fatto che lo spettacolo consultabile con il video a fine articolo sarebbe stato organizzato per un motivo molto semplice. La rassegna era in programma quest’anno, prima di essere rinviata al 2021 a causa dell’emergenza Covid-19. Tuttavia, il materiale esplosivo non avrebbe resistito per altri dodici mesi, e così sotto al Monte Fuji abbiamo assistito ad un autentico show.

Analisi sulla bufala dei fuochi d’artificio a Tokyo per le Olimpiadi 2020

Si parla in sostanza dei fuochi d’artificio a Tokyo, andati ugualmente in scena per le Olimpiadi del 2020 rinviate, con gli utenti invitati a sincronizzarsi sull’overture del Guglielmo Tell. Un primo contributo che ci ha aperto gli occhi su questa fake news è giunto dal sito Boomlive, secondo cui il video in questione non è altro che una simulazione del tutto slegata dall’evento in programma quest’anno in Giappone.

Il video virale è uno spettacolo di fuochi d’artificio spettacolari e sincronizzati su una catena montuosa con un corpo d’acqua in primo piano. Tuttavia, eseguendo una ricerca di immagini impostata su alcuni frame, si scopre che lo stesso video sia stato pubblicato su un canale YouTube chiamato hiramu55bocaboca. Il video è stato caricato il 1 dicembre 2015 sulla piattaforma.

Traducendo la descrizione con il video, abbiamo scoperto che il video è stato creato in onore del Monte Fuji, commemorando il suo titolo di patrimonio culturale mondiale. Insomma, le immagini che stanno circolando in quest ore, disponibili qui di seguito, non riguardano in alcun modo i fuochi d’artificio a Tokyo per le Olimpiadi 2020 e Guglielmo Tell. Un flop, questo, anche per numerose testate italiane.

EDIT: Come ci fa notare un nostro contatto peraltro, FWSim nel nome fa riferimento a un software per creare simulazioni di spettacoli pirotecnici, chiamato FireWorks SIMulations.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News