Giornalisti RAI accusati: simulano ampio uso mascherine in Olanda per Covid, ma è un video comico

di Redazione Bufale |

Giornalisti RAI
Giornalisti RAI accusati: simulano ampio uso mascherine in Olanda per Covid, ma è un video comico Bufale.net

Ci state segnalando in tanti un video diventato virale sui social tra fine settembre ed inizio ottobre, in merito ad una presunta iniziativa da parte dei giornalisti RAI “in missione” in Olanda. Il loro intento, secondo quanto si afferma attraverso la voce in sottofondo, sarebbe quello di simulare un utilizzo massivo delle mascherine in questo Paese. Presumibilmente per dare un chiaro messaggio anche agli italiani in tema Covid. Uso delle mascherine diventato tema caldo qui da noi, dopo le anticipazioni trattate oggi qui da noi sui presunti provvedimenti che potrebbero essere adottati con il nuovo decreto del governo.

Le prove che scagionano i giornalisti RAI sull’uso delle mascherine in Olanda per il Covid

In sostanza, da ore si grida al complotto, coi giornalisti RAI che avrebbero assunto degli attori per simulare l’utilizzo su larga scala della mascherina in Olanda. L’inquadratura, a distanza, mostra invece che le persone non coinvolte in questa iniziativa siano sprovviste. Dunque, tutto in stile “non ce lo dicono”, salvo scoprire che i cronisti non abbiano alcun simbolo della RAI ed il fatto che si tratti in realtà di un filmato comico locale:

Come avevo già scritto nei commenti è solo un video comico. Non sono della RAI, non ho idea chi siano. Con tutti i fake che ci rifila la televisione, prenderli in giro è il minimo. Che poi nel 90% dell’europa non si usa la mascherina neanche nei luoghi chiusi è vero ma non sono interessato a dimostrarlo“.

Giornalisti RAI
Giornalisti RAI

Dunque, siamo alle solite con “è il concetto che conta“. Qualora non crediate alla tesi che vi stiamo riportando, con cui a conti fatti vengono scagionati i giornalisti RAI, vi lascio proprio al link del commento da parte dell’autore del video originale. Testimonianza, questa, decisiva per comprendere l’origine del filmato, con tanto di smentita sul fatto che si tratti di una menzogna della televisione di Stato italiana. Siccome in tanti ci stanno credendo, il contributo in questione diventa cruciale. Stiamo comunque cercando anche il servizio originale, ovviamente non associato alla RAI.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News