Forti le immagini sulla malattia rara Ittiosi Arlecchino: bimba rifiutata dalla madre, 3 cose da sapere

di Redazione Bufale |

Ittiosi Arlecchino
Forti le immagini sulla malattia rara Ittiosi Arlecchino: bimba rifiutata dalla madre, 3 cose da sapere Bufale.net

Si parla in queste ore di una malattia rara chiamata “Ittiosi Arlecchino“, grazie ad alcune immagini che stanno spopolando sui social dopo una notizia pubblicata da Il Messaggero. La fonte, autorevole, ci parla di una bambina nata prematuramente in India, precisamente nel distretto di Patna, nel Bihar. Una foto forte quella che ci mostra il suo aspetto, evidenziando che il tutto sarebbe avvenuto la scorsa settimana e che ad oggi la madre continui ad affermare di non volerla, trattandosi evidentemente di una “maledizione“.

News su Ittiosi Arlecchino risalente al 2017

Al momento non abbiamo ancora tutti gli strumenti per definirla “notizia vera” o “bufala”, ma alcuni concetti li possiamo chiarire da subito. Ad esempio, di sicuro si sbaglia parlando di fatti avvenuti la scorsa settimana, in quanto effettuando una ricerca per immagini ci siamo imbattuti in un pezzo pubblicato da Express nel lontano gennaio 2017. Insomma se la vicenda è realmente avvenuta, sono stati quantomeno sbagliati i tempi relativi alla narrazione dei fatti.

Mancano fonti ufficiali

Il caso di Ittiosi Arlecchino, benché avvenuto in India, ha fatto molto rumore anche in Italia. Le immagini sono forti e potrebbero arrivare a scuotere la sensibilità di alcuni, ma è importante evidenziare che se da un lato vanno prese giustamente in considerazione le fonti riportate ad inizio articolo, allo stesso tempo mancano del tutto riscontri e link ufficiali locali in grado di attestare come siano andate realmente le cose. E soprattutto se ci sia stato effettivamente un caso come quello emerso con questa malattia rara.

Quale destino per la bimba?

Un altro fattore che ci fa riflettere sul presunto caso di Ittiosi Arlecchino, una volta appurato che si tratti di una news di oltre due anni fa, si riferisce alla mancanza di ulteriori aggiornamenti disponibili in Rete. Ad esempio, la bimba con questa malattia rara avrebbe avuto una probabilità su 10 milioni di sopravvivere. Eppure in questi 26 mesi nessuno ha riportato la notizia del suo decesso. Tutto molto strano.

Le questioni inerenti le malattie vanno trattate sempre con una certa cautela in Rete, come abbiamo avuto modo di osservare qualche mese fa sulle nostre pagine parlandovi dei potenziali effetti delle sigarette elettroniche tramite un articolo speciale.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News