Coronavirus: vaccino pronto è stato testato dall’uomo, i test sono incoraggianti

di Luca Mastinu |

Coronavirus: vaccino pronto è stato testato dall’uomo, i test sono incoraggianti Bufale.net

Vaccino pronto per il Coronavirus? No, checché ne dica il titolo che comunque si contraddice parlando di “test incoraggianti”. Questo è quanto accade nella pagina Facebook Solo frasi scritte dalla giornata di ieri, 4 marzo 2020, con la condivisione di un articolo pubblicato su News Republic il 29 febbraio.

Prima di lasciarci andare in facili entusiasmi ricordiamo che il vaccino per il Coronavirus non è pronto, o almeno non ancora. È vero che la società Gilead Sciences è al lavoro su uno studio di fase 3 (potete approfondire sul sito ufficiale dell’agenzia del farmaco) per l’impiego dell’antivirale Remdesivir come farmaco contro il COVID-19.

Lo studio è riportato sul sito ufficiale della società a questo indirizzo. Come riporta Agi in maniera più chiara, il farmaco Remdevisir risulta efficace contro tutti i virus RNA, e il nuovo Coronavirus è uno di questi. Forbes tuttavia specifica che Gilead non è al lavoro su un vaccino ma vuole “validare l’utilizzo contro il virus di un medicinale già esistente”.

Soprattutto, tale trattamento non è ancora stato testato sull’uomo anche perché, come scrive l’azienda in quest’altro comunicato:

Remdesivir non ha ancora ottenuto la licenza o l’approvazione in tutto il mondo e non ha dimostrato di essere sicuro o efficace per qualsiasi uso. Su richiesta dei medici curanti e con il supporto delle agenzie regolatorie locali, che hanno valutato i rischi e i benefici della fornitura di un farmaco sperimentale senza dati nel 2019-nCoV, Gilead ha fornito Remdesivir per l’uso in un piccolo numero di pazienti con il 2019 -nCoV per trattamenti di emergenza in assenza di opzioni terapeutiche approvate.
Inoltre, come abbiamo già riportato e come ricorda Agi, esiste un impegno globale nella ricerca di una cura definitiva per il Coronavirus. Parlare di “vaccino pronto” significa fare disinformazionecercare il click senza riportare le fonti più autorevoli sull’argomento: nessun “vaccino pronto”, il farmaco non è ancora stato testato sull’uomo, altrimenti avremmo conosciuto i risultati. Soprattutto, la Gileas non sta cercando il vaccino ma vuole sperimentare l’efficacia di un farmaco già esistente.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News