BUFALA Scoperto tunnel lungo 3 chilometri che unisce la Sicilia e la Calabria!!PAZZESCO – bufale.net

di Shadow Ranger |

BUFALA Scoperto tunnel lungo 3 chilometri che unisce la Sicilia e la Calabria!!PAZZESCO – bufale.net Bufale.net

Esiste un particolare tipo di bufale nel mondo della viralità, ovvero la Bufala Herpes.

Peculiare ma molto comune: vi abbiamo più volte esplicato il fenomeno della Camera dell’Eco, che si verifica qualora un blog bufalaro partorisce una creazione particolarmente riuscita e parte la rincorsa di tutti i blog dello stesso tipo a copincollarla e viralizzarla nel tentativo di partecipare al gioco delle visualizzazioni e dei soldi facili, per l’effetto ingenerando nel lettore sprovveduto il sospetto che la notizia sia vera in quanto più volte ripetuta dalla Rete.

La bufala herpes si ottiene quando la Camera dell’Eco di turno decide non già di copincollare una notizia fresca, ma cercare nei meandri della Rete una notizia virale che a suo tempo fece grandi numeri e resuscitarla confidando nella capacità mnemonica tendente allo zero cosmico del cliccatore seriale compulsivo.

Tale è il caso della notizia che ci è stata riportata dal portale La Nozione, in data queste ore rilanciata dal Fatto Quotidaino con la parola “INCREDIBILE” al posto di “PAZZESCO”

Alcuni giorni fa è stata fatta una scoperta eccezionale. Alcuni operai, durante dei lavori autostradali, hanno scoperto un tunnel, risalente alle guerre puniche, situato sotto lo Stretto di Messina. Una scoperta fatta per caso, ma che rimarrà nella storia. Gli archeologi sono immediatamente intervenuti, stabilendo che il tunnel sia stato costruito ad una profondità di che si aggira tra i 100 e i 200 metri. La cavità non è molto grande, misura solamente 175cm, si può entrare una persona alla volta. Lungo tre chilometri collega le due sponde dello stretto Torre Cavallo (Calabria) ed il Pilone (Sicilia).

Il lungo tunnel è intervallato da piccole camere di stoccaggio e posti a sedere, probabilmente sarà servito alle truppe romane per arrivare in Sicilia. Tra il 264 e il 241 a.C si combatté la guerra romano-punica, nella quale le due super potenze si scontrarono per acquisire la supremazia del Mar Mediterraneo. All’inizio del conflitto Cartagine, situata nell’odierna Tunisia, era la potenza dominante del Mediterraneo occidentale. Ma la Repubblica romana ne uscì vincitrice, imponendo a Cartagine grandi sanzioni economiche. Il periodo a cui risale questo tunnel è stato scoperto grazie a dei rilevamenti al carbonio. Si pensa che in tutta la Sicilia ci siano tunnel simili. “Solamente a Villa San Giovanni abbiamo trovato una rete di tunnel sotterranei lunga 700 metri, stesso dicasi in Sicilia a Condrò ne abbiamo trovati 350”, ha dichiarato Marco Manti, un famoso archeologo.

La presunta notizia ovviamente è una bufala.

Lo era nel lontano 2014, lo era nel 2015 quando per la prima volta ci siamo imbattuti in essa e, naturalmente, lo è anche adesso.

La bufala è nata a febbraio 2014 sul portale Dangerous News, uno dei tanti portali di “presunta satira” che sotto l’ombrello di una facile comicità diffonde contenuti virali, in una versione parecchio simile a quella attuale, salvo per il finale in cui il finto archeologo Marco Manti rendeva la sua intervista al “Daily Man”.

Tale dettaglio era un prezioso indizio sull’origine della bufala, scoperta a tempo zero da un portale locale, Canicattiweb: le foto sono infatti strappate ad un articolo del Daily Mail su alcuni tunnel di età preistorica riscontrati con simili caratteristiche in diversi stati europei, e riciclate per imbastire una storiella che richiamasse nelle parole chiave di ricerca l’annosa questione del Tunnel sullo Stretto di Messina, grande oggetto di viralità in quel periodo.

La notizia ha poi viaggiato per la Rete riapparendo sul sito Pandapazzo il 30 agosto 2015 e sul sito Crazyface il 27 agosto 2015, per arrivare, ai giorni nostri, su La Nozione e sul Fatto Quotidaino, diventando parte del complesso “Porfidoverso”, sorta di costruzione mitica dei moderni bufalari.

 

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News