BUFALA Allarme nel Salento, squali avvistati a 20 metri dalla spiaggia

di Redazione-Team |

BUFALA Allarme nel Salento, squali avvistati a 20 metri dalla spiaggia Bufale.net

Il sito Batmagazine il 20 giugno riporta che tre squali sono comparsi a 20 metri dalla spiaggia di Torre dell’Orso, a San Foca, nel Salento. La notizia nasce da un video virale pubblicato su Internet da una donna:

Un video che sta facendo il giro del web e sta destando certamente stupore misto anche a paura.

Si tratta di una sorpresa inaspettata per i bagnanti di una spiaggia del Salento: uno squalo è stato avvistato a pochi metri dalla battigia a San Foca, non distante dalla popolarissima spiaggia di Torre dell’Orso, a una ventina di metri dalla riva dove è rimasto a nuotare per qualche minuto tra le onde del mare mosso.

Nel video, ripreso da una donna, la voce spiega chiaramente che gli esemplari avvistati, in realtà,sarebbero stati tre, ma due si sarebbero subito diretti verso il mare aperto. Il terzo, il più grande, è rimasto per qualche istante vicinissimo alla spiaggia, tra lo stupore dei presenti.

Fortunatamente in quel momento nessuno era in acqua, probabilmente a causa del mare agitato e del cielo nuvoloso, e si è potuto assistere tranquillamente alla vicenda senza correre rischi.

E’ stata comunque allertata la Guardia Costiera per il monitoraggio del litorale nei prossimi giorni.

La curiosa notizia è stata ripresa anche dalle principali testate nazionali – Il Messaggero, Il Fatto QuotidianoCorriere della sera – e locali, quali il Giornale di Sicilia. Dopo il comprensibile spavento dei bagnanti presenti e dopo la segnalazione circolata su tutto il territorio nazionale, la Guardia Costiera ha deciso di intervenire per monitorare il litorale nei prossimi giorni.

Peccato però che sia una BUFALA.

Il Corriere Salentino ha pubblicato un aggiornamento indicando la notizia come una fake news o bufala se preferite.

A conferma di tale notizia pubblica un secondo video dove si vede una persona che recupera la pinna fasulla. Possiamo ritrovare la persona in entrambi i video:

Per alcuni potrebbe essere solo uno scherzo, ma in realtà è un reato per “procurato allarme” e potrebbe creare danni alla stagione turistica. Potrebbe anche trattarsi di una busta nera, abbiamo contattato il ragazzo che è entrato in acqua e attendiamo nuove informazioni.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News