Attacco hacker al gruppo ufficiale delle sardine: “Colpa dell’estrema Destra”

di Redazione Bufale |

Un vero e proprio attacco hacker quello che hanno dovuto fronteggiare le sardine in queste ore, in riferimento al gruppo Facebook ufficiale che nel corso delle ultime due settimane ha raccolto più di 200.000 iscritti. Dopo un weekend caratterizzato da non poche accuse verso i manifestanti, se pensiamo alla smentita da noi trattata degli inviti “a partecipare” inoltrati direttamente dal PD, oggi 23 dicembre tocca parlare di un altro caso estremamente delicato come si può facilmente immaginare.

Come si è palesato l’attacco hacker al gruppo delle Sardine

Partiamo dal presupposto che l’attacco hacker è stato pianificato contro il gruppo Facebook chiamato “L’Arcipelago delle sardine“, con gli admin privati dei propri permessi e con la pubblicazione di post con forte indirizzo politico rivolto all’estrema Destra. Proprio quest’ultimo indizio, non a caso, ha indotto i gestori del gruppo a indirizzare in modo chiaro le accuse sui responsabili di quanto accaduto. Questa la presa di posizione ufficiale che ci è stata inviata:

Poche ore fa il gruppo dell’Arcipelago delle Sardine, con più di 2000000 utenti, è stato hackerato. Tutti gli amministratori (tranne colui che aveva creato il gruppo) sono stati eliminati e sostituiti da due profili fake. Sono state approvate richieste di amicizia false e post a sfondo razzista che hanno generato non poche preoccupazioni fra gli utenti che hanno prontamente iniziato a segnalare. Attualmente gli amministratori sono riusciti a recuperare i loro ruoli e hanno ritenuto opportuno chiudere la bacheca momentaneamente. Si stanno vagliando tutti i post e commenti per eliminare quelli tendenziosi o volgari e stanno provando ad eliminare tutti i profili fake presenti ora nel gruppo. Si chiede collaborazione da parte degli utenti nel segnalare post e utenti inappropriati. È evidente che dietro questa azione di boicottaggio ci siano persone legate a gruppi xenofobi e di estrema destra. Stiamo chiedendo gli accertamenti del caso per tutelarsi nelle sedi opportune: nessuno deve comprimere la volontà delle sardine di manifestare il proprio pensiero in maniera libera e non violenta“.

Insomma, questione delicata, ma da quello che ci risulta l’attacco hacker al gruppo ufficiale delle sardine su Facebook dovrebbe ormai essere alle spalle.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News