Silenzio totale sabato 25 aprile 2020 dalle 12 alle 13: sparire dai radar è da analfabetismo funzionale

di Redazione Bufale |

Silenzio totale
Silenzio totale sabato 25 aprile 2020 dalle 12 alle 13: sparire dai radar è da analfabetismo funzionale Bufale.net

Se state cercando una catena sulla quale sfogarvi per analfabetismo funzionale diffuso, allora vi sentirete sicuramente appagati dal messaggio social che parla di silenzio totale il 25 aprile 2020. Una sorta di sciopero digitale, al quale tutti sono invitati a partecipare tramite Facebook e WhatsApp e in queste ore, in nome di una battaglia che ha davvero poco senso con cui tutti sono invitati a sparire dai radar dalle 12 alle 13. Cerchiamo di capire il motivo, ma anche come riconoscere un messaggio caratterizzato da una serie di concetti davvero assurdi.

Se da un lato si assiste all’evoluzione naturale di app di messaggistica, come abbiamo avuto modo di osservare alle porte del weekend analizzando il prossimo aggiornamento di WhatsApp sulle sue videochiamate, di tanto in tanto spuntano delle catene davvero preoccupanti per la società contemporanea. A maggior ragione se sono incentrate su un mal celato complottismo che si rivolge sul progetto dell’app ufficiale anti Coronavirus. E poco importa se Conte abbia già precisato che il suo download non sarà obbligatorio, visto che i diffusori di fake news a quanto pare non vogliono sentire ragioni in questo particolare momento storico.

Perché è inutile la catena sul silenzio totale e i radar per il 25 aprile 2020

In sostanza, la catena che invita tutti noi ad alimentare il silenzio totale del 25 aprile 2020, sparendo a conti fatti dai radar dei “poteri forti”, ha un significato ben preciso. Vale a dire quello di dimostrare ai piani alti che chiunque sia in grado di rinunciare alle moderne tecnologie, soprattutto quelle legate al mobile, dando in questo modo una risposta chiara al governo per quanto concerne le ultime voci sull’app Immuni.

E poco importa se le stesse fonti governative abbiano già fatto presente che la suddetta app non comporti alcun download obbligatorio. Trovate diverse testimonianze in merito sul web. Basterebbe questo semplicissimo argomento per ridicolizzare i contenuti di una catena, la cui assurdità non merita nemmeno la nostra citazione sulla sua versione originale. Resta il fatto che il messaggio sul silenzio totale e la necessità di sparire dai radar il 25 aprile 2020 sia a dir poco ridicola.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News