Salvini celebra Sacchi al Papeete ricordando il suo Milan, ma viene ripreso: “No, Evani non c’era”

di Redazione |

Salvini

Episodio curioso con Salvini ancora una volta protagonista al Papeete. Ad un certo punto, infatti, al cospetto del Ministro dell’Interno si presenta Arrigo Sacchi, allenatore del grande Milan che ha vinto tutto quello che si potesse vincere nello scorcio finale degli anni ’80. Un momento di nostalgia per il leader del Carroccio, da sempre grande tifoso rossonero, al punto da non risparmiare qualche frecciata all’attuale dirigenza rossonera per gli acquisti che sono stati ufficializzati durante questa sessione di calciomercato.

Insomma, Salvini al Papeete nella giornata di ieri non è stato solo l’Inno di Mameli riprodotto in cui lui ha fatto da deejay in consolle, con tanto di cubiste ed un contesto generale definito eccessivamente trash da alcuni suoi avversari politici. Come del resto avrete notato anche dal nostro articolo di questa mattina. Tuttavia, c’è un altro episodio divertente ed autentico che ha caratterizzato l’incontro tra Salvini e Sacchi all’interno della nota struttura balneare. Tutto nasce dal fatto che il Ministro abbia provato a ricordare una delle tante formazioni del Milan che ha conquisto quella che allora veniva chiamata Coppa dei Campioni.

Stando ad un video che sta circolando in Rete in queste ore, si nota Salvini elencare a Sacchi alcuni dei giocatori schierati da quest’ultimo in una finale. Ne ha parlato anche Il Giornale. Il vice Premier si sbilancia parlando di Colombo, Galli, Costacurta, Baresi, Evani, Gullit, Van Basten. A quel punto viene però interrotto dallo stesso Sacchi, il quale gli ha fatto notare che in realtà non giocò con Evani (infortunato), ma con Ancelotti.

Un errore se vogliamo veniale, ma che ha scatenato l’ironia dei social. Benché si parli di una partita di 30 anni fa, infatti, a Salvini “non si perdona” l’aver steccato la formazione della sua squadra del cuore mentre si stava conquistando il trofeo più ambito per un club. Soprattutto se pensiamo che l’errore giunga da lui, che da sempre si definisce accanito tifoso del Milan. Ecco il video in questione.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News