Roma, casalinga 60enne dà del buffone a Salvini: fermata e denunciata

Blasting Pop riporta il caso di Eleonora, una 59enne che la mattina del 12 novembre, vedendo passare il vicepremier Matteo Salvini all’esterno dell’aula congressi dell’Università Lumsa, si è fermata e gli ha rivolto fischi e parole tra cui “buffone” e “ridicolo”.

Matteo Salvini / TPI News

Ai suoi moti di protesta sono intervenuti quattro agenti in borghese che l’hanno fermata per chiederle i documenti. La donna si è dunque rifiutata di esibirli e per questo è stata portata al commissariato di Polizia.

La notizia è vera ed è riportata, oltre a L’Unione Sarda, anche su Repubblica che correda l’articolo con un video dei momenti in cui la signora Eleonora protestava contro Salvini:

Alla scena ha assistito Romano Ancona, responsabile di un bar di Via di Porta Castello, che ha visto gli agenti strattonare la donna per impedirle di continuare a fischiare. Nel tentativo di divincolarsi, la signora, racconta di essere caduta a terra. Il dirigente della squadra intervenuta per farla smettere – racconta Eleonora a Repubblica – le ha chiesto il documento e la signora ha risposto di non averlo. In seguito l’ha esibito ai suoi colleghi e l’hanno caricata sulla volante per portarla al commissariato di zona.

La donna è uscita un’ora dopo con una denuncia per non aver esibito i suoi documenti alla prima richiesta.

Parliamo di precisazioni, appunto, per sottolineare che la signora Eleonora non è stata denunciata per aver contestato Salvini, bensì per non aver esibito subito i suoi documenti.

Latest News