Rivolta contro Conte a cena al ristorante senza mascherina, ma lo scatto è di novembre 2019

di Redazione Bufale |

Conte a cena
Rivolta contro Conte a cena al ristorante senza mascherina, ma lo scatto è di novembre 2019 Bufale.net

Una vera e propria rivolta si è scatenata in queste ore sui social contro il Premier Giuseppe Conte a cena, al ristorante, reo di non indossare la mascherina e di non rispettare le norme del distanziamento sociale imposte dal suo stesso governo. Una vicenda che, lo diciamo subito, ricorda molto quella di alcune settimane fa, quando il Presidente del Consiglio venne accusato di andare in giro a fare shopping senza tenere a mente le attuali normative. Qual è l’elemento in comune tra le due storie? La totale decontestualizzazione della foto.

La bufala di Conte a cena al ristorante senza mascherina e distanziamento sociale

In pratica, la foto è vera e non modificata. Presupposto fondamentale, visto che qualcuno potrebbe male interpretare l’utilizzo di “bufala” con il nostro articolo. La condivisione social di queste ore, infatti, cerca di mandare un messaggio preciso: criticare Conte a cena, in quanto il Premier non avrebbe utilizzato la mascherina e, al contempo, avrebbe del tutto ignorato le disposizioni che prevedono la distanza di oltre un metro tra le persone.

Tuttavia, è sufficiente condurre una ricerca più approfondita, sempre su Facebook, per rendersi conto che in realtà la foto di Conte a cena risalga allo scorso mese di novembre. In quel frangente, infatti, il Presidente del Consiglio decise di consumare un pasto in mensa con gli operai FCA. Un altro segnale chiaro sul fatto che, in questo momento, ci sia un certo malcontento in Italia di una specifica parte politica nei confronti del Premier. Approccio che porta spesso e volentieri alla creazione di fake news.

Parlare di Conte a cena, al ristorante senza mascherina e distanziamento sociale, utilizzando la foto che potete visualizzare all’inizio del nostro articolo, vuol dire alimentare una bufala. Ricordate, un’immagine sui social, accompagnata da un testo, non fa di quel messaggio una notizia vera come avrete notato oggi.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News