Nomina ufficiale di Trump per il Premio Nobel per la pace 2021: il fautore propose anche Kim Jong-un

di Redazione Bufale |

Premio Nobel per la pace
Nomina ufficiale di Trump per il Premio Nobel per la pace 2021: il fautore propose anche Kim Jong-un Bufale.net

Una notizia giunta oggi 9 settembre ha letteralmente rovesciato il web, nel senso più metaforico possibile dell’espressione, in riferimento alla nomina di Trump per il Premio Nobel per la pace. Il presidente degli Stati Uniti è finito più volte nell’occhio del ciclone per le sue politiche ritenute spesso e volentieri “poco tolleranti”, senza dimenticare la diffusione di fake news, da noi trattata poche settimane fa dopo le prime azioni decise da parte di social network come Twitter nei suoi confronti.

Conferme ufficiali sulla nomina di Trump per il Premio Nobel per la pace 2021

Ci sono un po’ di cose da mettere in evidenza a proposito di questa storia, visto che in molti ci hanno chiesto se la notizia sia autentica. Senza troppi giri di parole, vi confermiamo che la nomina è confermata. Trovate un riscontro chiaro e preciso, sotto questo punto di vista, direttamente nella pagina Twitter della Casa Bianca, attraverso un post in cui si dice quanto segue: “Il Presidente Trump è stato nominato per il Premio Nobel per la Pace per il suo lavoro nell’intermediazione di uno storico accordo di pace tra Israele e gli Emirati Arabi Uniti“.

Per tanti, anche in Italia, uno dei paradossi più evidenti di questo 2020. Va tuttavia chiarito, per cominciare, che Trump dovrà vedersela con altri 300 candidati, ragion per cui la sua vittoria è cosa tutt’altro che scontata. Per non dire improbabile, alla luce dello spessore di altri personaggi importanti che sono stati ugualmente nominati per la conquista del Premio Nobel per la Pace 2021.

In seconda istanza, come riporta Repubblica, la nomina di Trump per il Premio Nobel per la pace 2021 si deve a Christian Tybring-Gjedde.  Si tratta del presidente dell’Assemblea parlamentare della Nato, unico a proporre il leader politico statunitense, che già nel 2018 fece molto rumore lanciando la candidatura del dittatore nordcoreano Kim Jong-un in seguito ad un incontro a Singapore.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News