No, l’Influenza Spagnola non è stata causata dalla profilassi contro la Meningite

di Bufale.net Team |

No, l’Influenza Spagnola non è stata causata dalla profilassi contro la Meningite Bufale.net

La fake news per cui l’Influenza Spagnola non è stata causata dalla profilassi contro la Meningite dimostra due assiomi tipici delle fake news novax.

Una zoppicante (eufemismo: in realtà inesistente) conoscenza delle discipline scientifiche di cui si parlano, e il tentativo di continuo cherry picking contro l’odiato vaccino, con punti bonus se si riesce a incolpare Bill Gates, Soros, Fauci o Burioni di qualche atrocità a caso.

Nel testo che ci è stato sottoposto, abbiamo in mano il poker d’assi definitivo. Trascurando ogni evidenza di biologia e storia.

No, l'Influenza Spagnola non è stata causata dalla profilassi contro la Meningite
No, l’Influenza Spagnola non è stata causata dalla profilassi contro la Meningite

Vi risparmio il Walltext con un riassunto della triste vicenda. Siccome evidentemente l’UFO volante in grado di viaggiare nello spaziotempo era occupato dal Patriota Q e da Obama UFO Robot suo nemico (vedasi qui: non abbiamo inventato niente) Bill Gates viene coinvolto per procura.

Ovvero un presunto nonno di Bill Gates avrebbe, su ordini di Rockefeller (non il corvo di pezza… forse) diffuso l’Influenza Spagnola mediante i vaccini contro la meningite.

Ovviamente il sottotesto è che suo nipote si sarebbe riciclato lo stesso piano diffondendo COVID19 mediante i vaccini contro COVID19.

Se non fosse per una lunga serie di dettagli.

No, l’Influenza Spagnola non è stata causata dalla profilassi contro la Meningite

In primo luogo, la meningite come sanno anche i sassi è causata da un batterio.

Causare un’influenza virale inoculando un batterio peraltro inattivato è un po’ come dichiarare che facendo accoppiare ripetutamente delle cavie in una gabbia si possa ottenere un allevamento di cavalli purosangue.

Proseguendo, esattamente come siamo riusciti a identificare SARS-CoV-2, abbiamo in passato identificato H1N1. Ironicamente proprio nel 2018 il CDC Americano celebrò il centenario di questa grande vittoria dell’essere umano contro le pandemie, auspicando che i grandi progressi della scienza ci avrebbero resi migliori ed evitato gli errori del passato.

Errori che invece stiamo grossolanamente ripetendo, antivaccinismo militante in testa, amplificandoli per mezzo dei Social.

Proseguendo, effettivamente è vero che nel 1918 ci fu una grande vaccinazione di massa in un campo militare, ma potrete indovinare le due parole che stiamo per dire, spauracchio dei novax di ogni epoca. Non vi fu nessuna correlazione. E del resto non poteva esserci, dato che parliamo di una malattia batterica ed una virale.

Ma è anche vero che il 1918 è un’epoca assai lontana, ma non barbara e priva di strumenti medici: avevamo già le autopsie che, come ricorda Reuters, confermarono in tutti i casi di influenza spagnola la presenza di H1N1 e gli effetti dell’Influenza Spagnola (e non della meningite).

Infine, come ci ricordano i colleghi di Facta, e non solo loro, il presunto nonno di Bill Gates non è neppure parente di Bill Gates.

Il vero nonno di Bill Gates era un mobiliere: al massimo avrebbe potuto rivendere comodini ai soldati.

 

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News