“Macellavano cani e gatti in garage e li servivano al ristorante”, il ritorno di una vecchia bufala

di Luca Mastinu |

“Macellavano cani e gatti in garage e li servivano al ristorante”, il ritorno di una vecchia bufala Bufale.net

“Macellavano cani e gatti in garage e li servivano al ristorante”, così tuona il titolo riportato da HNews24.it in un articolo pubblicato il 23 settembre 2021. Teatro di questa storia agghiacciante sarebbe il comune di Gioiosa Ionica (Reggio Calabria). Secondo il pezzo, i gestori del ristorante “Le Meraviglie della Terra” attiravano cani e gatti usando una cagna e una gatta in calore per poi rinchiudere gli animali in campagna e allevarli. Infine, gli animali venivano macellati. I due uomini sarebbero stati dunque arrestati e trasferiti al carcere di Palmi.

Ed Gein?

HNews24 riporta:

I carabinieri sono stati allertati da alcuni vicini , che si erano insospettiti già da tempo per il fatto di vedere sempre cani e gatti entrare in quel garage e mai uscire e molte volte li sentivano ululare dal dolore , all’ arrivo dei militari la macabra scoperta , i fratelli stavano tosando delle carcasse di cane per poi sezionarle e tagliarne le varie parti per servirli come piatti gourmet nel loro ristorante , carcasse di gatti appese a corde con la gola tagliata o squartati in base al tipo di taglio che serviva loro , il sangue raccolto in una bacinelle e scolato poi nel water ed infine le ossa rinchiuse in normalissimi sacchi neri della spazzatura e poi successivamente sotterrati anziché essere trattati come rifiuti speciali.

Se cerchiamo su Facebook, il nome del ristorante “Le Meraviglie della Terra” non si trova, ma i social potrebbero non bastare. In questa guida di tutti i ristoranti di Gioiosa Ionica e dintorni non troviamo alcuna corrispondenza. Lo stesso articolo è stato condiviso sul gruppo Facebook Sei di Gioiosa se…, e gli stessi utenti si interrogano sull’attendibilità della notizia.

Il ritorno di una vecchia bufala

Tra gli iscritti c’è chi fa notare che una notizia simile era stata trattata dall’Adnkronos come bufala nel 2016. In quel caso si parlava di un ristoratore cinese. La bufala era stata pubblicata dal Corriere del Corsaro, noto sito satirico, che aveva addirittura smontato la fake news rivendicandone la paternità.

Anche Il Fatto Quotidiano segnalava la bufala e ovviamente anche il nostro servizio aveva dedicato un articolo al caso. Gli elementi chiave c’erano tutti: cani catturati in un garage, macellati e rivenduti come carne fresca. La differenza stava nel ristoratore cinese e nella città: Firenze.

Nessun riscontro

HNews24 è l’unico sito a riportare la notizia, e di certo un orrore di tale portata avrebbe avuto una certa risonanza su tutto il territorio nazionale. Tra i commenti su Sei di Gioiosa se…, inevitabilmente, arriva l’effetto collaterale comune a tutte le bufale:

È vero, sì. Uno è andato da mia zia (che lavora alle assicurazioni) e ha denunciato il fatto dicendole che il ristorante si chiama “le meraviglie della natura”, mai sentito.

L’immagine scelta come copertina dagli articolisti, inoltre, è stata prelevata da un altro contesto: quello del famigerato festival della carne di cane di Yulin, in Cina. L’immagine era stata scattata durante il salvataggio di 62 animali destinati al macello, nel 2019. Solo una bufala riciclata, di cui si parla tanto (“lo hanno detto a mia zia”) ma di cui non esistono riscontri: per fortuna non esistono ristoratori a Gioiosa Ionica che “macellavano cani e gatti” per il loro ristorante.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News