I grillini erano favorevoli al canguro? C'è un sms che li inchioda? Le non risposte

di David Tyto Puente |

I grillini erano favorevoli al canguro? C'è un sms che li inchioda? Le non risposte Bufale.net

analisi-in-corso-sms-inchioda-m5s-di-maio-unita
[AGGIORNAMENTO Ecco tutta la verità: link]
Venerdì avevo scritto un articolo in merito al “canguro” che concludeva così:

Si parla di un “dietrofront” del Movimento 5 Stelle in merito alla votazione del “super canguro”. Al momento l’unico “dietrofront” del cinque stelle riguarda la libertà di voto dei suoi senatori e la negazione di quanto votato nel 2014 dalla base dello stesso, mentre per il “super canguro” non risultano apprezzamenti a suo favore, anche perché nel 2014 si erano presentati al Senato con dei peluche di canguri per protestare l’eliminazione di 1400 emendamenti per la riforma costituzionale del bicameralismo perfetto.

A sostenere ulteriormente un “dietrofront” in merito alla votazione del “canguro” c’è un articolo pubblicato da L’Unità il 23 febbraio 2016 dal titolo “I grillini erano favorevoli al canguro. Ecco l’sms che li inchioda“. Presumo, visto l’orario del Tweet de L’Unità e del post sulla sua pagina Facebook, che sia stato pubblicato intorno alle ore 20. Lo riporto di seguito:

“Siamo favorevoli al Marcucci sia integro che spacchettato”
“Ok stasera il mio gruppo di lavoro sul tuo ddl ha raggiunto ufficiosamente l’accordo di votare il Marcucci sia integro che spacchettato… ovviamente mancheranno 2-3 voti nostri per la lettera f) sulla step ma gli altri ci sono. DOMAttina abbiamo la riunione di gruppo che ratificherà la decisione…. Fino ad allora tienitelo per te MI RACCOMANDO, poi domattina lo diremo noi ufficialmente… Grazie, in bocca al lupo anche a te”.
Questo è il testo del messaggio inviato a Monica Cirinnà dal gruppo dei senatori del M5S la sera prima della discussione in aula della legge sulle unioni civili.
Poche ore dopo, com’è noto, i grillini cambiavano idea.
Dunque è falso ciò che ha sostenuto oggi Di Maio secondo il quale il M5S non avrebbe fatto sapere al Pd di essere favorevole all’emendamento Marcucci.

Nell’articolo de L’Unità non c’è il mittente, solo un “inviato a Monica Cirinnà dal gruppo dei senatori del M5S“.
Mi rivolgo ai lettori di Bufale.net: cercate di capire, non sono un hacker in grado di entrare dentro i cellulari dei politici, non ho le tecnologie e le possibilità per farlo. Confermare un tale messaggio è possibile soltanto avendo di fronte il cellulare che lo contiene e verificarne il reale mittente.
L’autore dell’articolo lo aveva condiviso tramite il suo account Twitter alle 20:28 e volendo approfondire gli pongo una semplicissima domanda per iniziare quantomeno una piccola verifica. Vi riporto di seguito lo screen della nostra discussione:
domanda-messaggio-m5s-cirinna
La mia domanda era estremamente chiara e cristallina: “le è stato inviato il testo o ha visto di persona il messaggio?“. A tal proposito ho ritenuto suggerire di pubblicare uno screenshot del messaggio, siamo nel 2016 e non penso sia una cosa incredibilmente difficile, basta anche una foto al cellulare che lo ha ricevuto. La mia era una domanda legittima da cittadino che vuole essere completamente informato, almeno nel sapere se il giornalista che ne parla ne è stato testimone. Niente da fare, la risposta del giornalista è stata una “non risposta”:

@Davidpuente può anche pensare che io inventi un testo così circostanziato, ma è un problema suo.

La discussione è continuata sul profilo Twitter de L’Unità, dove il mio amico Francesco Zaffarano pone la mia domanda di uno screenshot. A quel punto provo ad insistere di fronte ad una platea più ampia, chiedendo nuovamente una cortese risposta alla mia domanda. Ecco come è andata:
domanda-messaggio-m5s-cirinna-2
Provo ad insistere ulteriormente, precisando che forse il giornalista ha interpretato male la mia richiesta. Nonostante ciò, la risposta continua ad essere una “non risposta”:
domanda-messaggio-m5s-cirinna-3
Insomma, il giornalista non risponde alla mia domanda e ci informa che lui ha reso noto un sms che sbugiarda Di Maio e Fico (“Punto”) e che toccherebbe a loro provare a smentirlo.
A questo punto voglio proprio vedere se Di Maio o Fico pubblicano uno screenshot di tale messaggio. Se fosse vero dovrebbero mostrarlo per amor di verità ed onestà, ma se non è vero come farebbero a dimostrarlo? L’unica presunta prova sarebbe nel cellulare che lo avrebbe ricevuto, il quale riporterebbe anche il nome del mittente a cui rivolgerci. Purtroppo, al momento, questa possibilità di verifica mi viene negata.
Ho provato a chiedere direttamente all’account Twitter della Cirinnà. Spero che in qualche modo risponda.
domanda-diretta-cirinna
Dopo questo mio articolo già mi vedo i soliti commenti dei soliti noti in cui mi accuseranno nuovamente di essere un “grillino” dopo che altri mi hanno accusato di essere un “piddino”. Ormai sono abituato a certe dicerie a cui avevo già risposto in passato (altri mi han dato dell’islamico o dell’ebreo perché mi chiamo David). Voglio soltanto capire, capire se è vero, così come tanti dei nostri lettori. È assolutamente giusto nei confronti di tutti, nonostante sia consapevole che una risposta certa potrebbe “danneggiare” una o l’altra parte, ma l’importante è sempre e comunque la verità qualunque essa sia.
Vi terrò aggiornati in caso di sviluppi, ma come potete ben vedere è veramente impossibile lavorare.

AGGIORNAMENTO 24 febbraio 2016 ore 9:59

Finalmente tutto ricostruito. L’articolo di aggiornamento completo è consultabile in questo link.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News