GUIDA UTILE Problemi di portabilità da Vodafone verso Iliad e TIM: come farsi risarcire

di Redazione |

Si sta sollevando un autentico polverone in queste ore attorno a Vodafone, in seguito agli aumenti di cui tutti parlano da un po’ di tempo a questa parte. Le rimodulazioni, molte delle quali operative a partire dal prossimo 3 settembre, hanno indotto molti utenti italiani a scappare verso altri operatori, tra cui Iliad e TIM. Queste due compagnie telefoniche, infatti, hanno ufficializzato negli ultimi tempi alcune promozioni estremamente allettante, rivolte tra gli altri anche a coloro al momento legati proprio a Vodafone.

Da cosa nasce il problema in questione? La portabilità da Vodafone verso altri operatori sta diventando quasi utopia, nel senso che le richieste giunte all’operatore sono evidentemente superiori a quelle che ci si poteva aspettare dopo le ultime rimodulazioni. Questa almeno la tesi portata avanti da OptiMagazine. Morale della favola? Stiamo andando ben oltre i due giorni lavorativi nel trasferimento del proprio numero ad altro gestore, con un focus soprattutto su Iliad e TIM, tra le più gettonate del momento. Occhio però anche a Kena Mobile e Ho. Mobile, i due operatori virtuali e low cost di TIM e Vodafone. Un problema in più, al dì là delle recenti truffe.

Quali scenari ci aspettano? Vodafone il prossimo 10 settembre dovrà comunicare le proprie statistiche di portabilità verso operatori esterni all’AGCOM, facendo sapere a quest’ultima se sia stata in grado di soddisfare le richieste del pubblico e, eventualmente, in quanti casi siano stati superati i due giorni lavorativi per portare a termine le pratiche. Qualora il trend dovesse essere negativo, allora l’operatore dovrà trovare tutte le contromisure del caso.

Vodafone
Vodafone

Possibili anche dei rimborsi per gli utenti. Dovranno essere erogati non tanto da Vodafone, quanto dal nuovo operatore di riferimento (ad esempio Iliad o TIM). Tra i requisiti abbiamo il superamento dei due giorni lavorativi per chiudere la portabilità, mentre qualche agevolazioni in più l’abbiamo sulle modalità con cui potremo farci sentire. Fondamentalmente, non è necessario inviare fax o raccomandate, ma semplicemente chiamare l’assistenza del vostro nuovo operatore spiegando l’accaduto ed il ritardo accumulato da Vodafone nell’effettuare la portabilità. Occhio però ai singoli casi.

Guida alla gestione dei reclami con Iliad e TIM

Con Iliad, ad esempio, è importante inviare ugualmente un reclamo spiegando quanto avvenuto scegliendo la strada del fax al +39 02 30377960 (sia dall’Italia sia dall’estero. In alternativa, potrete scrivere all’indirizzo postale Iliad Italia S.p.A., CP 14106, 20146 Milano. Con TIM, invece, suggeriamo di mandare un fax al numero verde gratuito 800.000.187 o scrivere alla Casella Postale n. 111 00054 Fiumicino (Roma). In questo contesto, invitiamo i nostri lettori ad annotare annotare il codice identificativo del reclamo che l’addetto. Starà poi alla nuova compagnia telefonica valutare l’accaduto ed inoltrarvi una proposta di rimborso commisurata al ritardo della portabilità da Vodafone.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News