Esultano per un uomo che distrugge il lettore green pass, ma la vicenda risale al 2019

di Redazione Bufale |

green pass
Esultano per un uomo che distrugge il lettore green pass, ma la vicenda risale al 2019 Bufale.net

Sta diventando virale sui social il video di un uomo asiatico che distrugge quello che viene superficialmente definito il lettore per il green pass. Tanti post e commenti di sostegno per questa persona, che a detta di tanti italiani avrebbe deciso di opporsi al sistema con un gesto molto forte. Tuttavia, dopo aver ricevuto diverse segnalazioni in merito, abbiamo approfondito la questione, scoprendo che non si tratti in alcun modo di contestazione alla certificazione verde. Inutile dire che abbiamo ampie prove a supporto di questa tesi.

La gaffe di chi parla di un uomo che distrugge il lettore green pass

Situazione simile rispetto a quella che abbiamo trattato con un altro articolo. Dunque, la storia del protagonista di oggi è stata manipolata, come avvenuto non molto tempo fa a proposito dello sciopero dei camionisti con una coda in autostrada. Analizzando bene le immagini, più in particolare, siamo risaliti al video originale, scoprendo che in realtà il green pass sia stato tirato in ballo senza alcun motivo.

Già, perché in Asia (dove è stato palesemente registrato il filmato) non esiste il green pass. Allo stesso tempo, potrete notare a fine articolo che nessuno indossi la mascherina. Non è un caso che fonti asiatiche ci raccontino questo fatto di cronaca con un articolo che risale al 2019. Una smentita secca, dunque, diretta a coloro che alimentano inutile disinformazione su Facebook, nel goffo tentativo di rafforzare le proprie posizioni contro il green pass.

Da una prima ricostruzione ottenuta su YouTube, si scopre che la prima macchina abbia stampato il suo biglietto d’imbarco per la destinazione sbagliata. ovvero Tokyo. Poi, la seconda macchina ha stampato il biglietto d’imbarco sbagliato destinato a Nagoya. Infine, la terza macchina ha stampato di nuovo un biglietto sbagliato per Yokohama. tutto ciò che voleva era ottenere il suo biglietto d’imbarco per l’isola “North Sentinal”. Dunque, nessun attacco alla macchinetta con lettore green pass nel video che segue.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News