Bulli di Ciriè irriverenti e volgari con la Polizia: Salvini propone schiaffoni e servizio militare

di Redazione Bufale |

Bulli di Cirié

Stanno facendo nuovamente scalpore oggi 25 luglio i bulli di Ciriè, i quattro ragazzini che in provincia di Torino dopo tre anni di lavori socialmente utili sono tornati finalmente liberi. Avevano fatto mangiare un panino con escrementi ad un loro coetaneo ed evidentemente si pensava che ormai avessero messo alle spalle il passato. Così non è stato, almeno stando ad un video da loro stessi girato che oggi 25 luglio ha scatenato mille reazioni in Rete, anche da parte di Salvini che ha commentato duramente l’accaduto.

A 24 ore dalla diretta Facebook in cui il Ministro dell’Interno ha parlato di Renzi, come potrete notare dal nostro pezzo di ieri, tocca dunque concentrarsi nuovamente su un intervento via social da parte del leader della Lega. Scendendo maggiormente in dettagli, emerge che Salvini si sia rivolto senza troppi giri di parole nei confronti dei bulli di Ciriè: “Ma due schiaffoni mamma e papà non li danno a questi imbecilli? Quanto servirebbe reintrodurre il servizio militare!“.

Insomma, questione mai archiviata del tutto, a maggior ragione dopo che nel video menzionato in precedenza si assiste ai bulli di Ciriè mandare a quel paese gli sbirri. Ovviamente utilizzando un linguaggio molto più colorito. Vicenda che probabilmente avrà delle conseguenze per loro, se pensiamo a come siano diventate virali queste immagini. Del resto, se Salvini si è scomodato dedicando loro un post, con una proposta che giunge fino al servizio militare, ci si può fare un’idea del contesto che si è venuto a creare.

Per farci un’idea più precisa sui bulli di Ciriè, dopo aver analizzato il post di Salvini dobbiamo per forza di cose concentrarci anche sul video che ha fatto scalpore e che, secondo Repubblica, è già finito nelle mani delle Forze dell’Ordine. Impossibile prevedere quali saranno le conseguenze specifiche per i quattro ragazzi in passato condannati a lavori socialmente utili.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News