Apprezzabile passo indietro di Gary Neville sull’Italia dopo la gaffe di giugno

di Redazione Bufale |

Gary Neville
Apprezzabile passo indietro di Gary Neville sull’Italia dopo la gaffe di giugno Bufale.net

Si è discusso tanto in questi giorni sulle dichiarazioni rilasciate da Gary Neville nei confronti dell’Italia durante il mese di giugno. L’ex stella del Manchester United, infatti, aveva sminuito le prime prestazioni offerte dagli azzurri agli Europei, lasciando intendere che le vittorie ottenute contro Svizzera e Turchia fossero dettate più dalla debolezza di queste squadre. Insomma, Neville era convinto che i ragazzi di Mancini non fossero all’altezza di un appuntamento così importante come gli Europei.

Gary Neville prende atto della forza dell’Italia dopo la gaffe di giugno

Neville, però, con grande sportività, ha fatto un passo indietro, dimostrando di essere molto sportivo. Una presa di posizione interessante, dopo le dichiarazioni di giugno decisamente evitabili ed “estreme” nei confronti degli azzurri, come vi abbiamo riportato nei giorni scorsi. Vedere per credere quanto è stato riportato in questi giorni dal sito Football London, che cita appunto il virgolettato del diretto interessato in seguito alla vittoria dell’Italia contro l’Inghilterra:

Saka? Sono finiti i giorni in cui un rigorista che mancava veniva criticato e insultato. Tutti hanno amato questo ragazzo nelle ultime settimane e lo ameranno anche nelle prossime settimane. Il ragazzo stato assolutamente brillante, ognuno di loro. Il manager, lo staff, i giocatori sono stati eccezionali in questo torneo. Sono finiti quei tempi, non possiamo criticare i giocatori per aver sbagliato un rigore. Sì, sono delusi, ma bravi all’Italia, se lo meritano. I ragazzi sono rimasti un po’ a corto, ma ci hanno reso così orgogliosi“.

Insomma, Gary Neville dà l’impressione di averla presa bene, nonostante la grande delusione per lui e per tutta l’Inghilterra dopo la sconfitta arrivata a Wembley ai calci di rigore contro l’Italia. Sarà anche stato spavaldo a suo tempo, ma non è da tutti ammettere la sconfitta, rinnegando in parte quanto era stato detto poche settimane prima.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News