“12 vaccini in Italia, in Europa no”, ritorna una vecchia disinformazione

di Luca Mastinu |

“12 vaccini in Italia, in Europa no”, ritorna una vecchia disinformazione Bufale.net

Era il 2017 quando in una nostra vecchia analisi intervenivamo per fermare la disinformazione sui 12 vaccini in Italia nel periodo di grandi polemiche sulla vaccinazione obbligatoria che ancora oggi non si spengono. Il messaggio che i disinformatori accaniti e ossessivi vogliono far passare è che ben 12 iniezioni vengano iniettate ai bambini mentre nel resto d’Europa non sia così. Sono passati 3 anni ma il messaggio è lo stesso: non si parla e mai si è parlato di 12 iniezioni.

Vaccini obbligatori in Europa: Austria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Germania, Irlanda, Islanda, Lituania, Lussemburgo, Norvegia, Olanda, Spagna, Regno Unito, Svezia Nessuno
Francia 4 vaccini
Grecia e Portogallo 3 vaccini
Belgio 1 Vaccino
Italia??? 12 Vaccini
SVEGLIAMOCI DAL TORPORE

4 iniezioni, non 12

In tanti anni si è fatta chiarezza a più riprese, ma il disinformatore e i condivisori compulsivi suoi seguaci continuano a sbagliare i conti. Nell’articolo precedente estendevamo la nostra analisi all’Europa intera. Per evitare di ripeterci vi invitiamo alla rilettura a questo indirizzo, mentre nell’articolo di oggi facciamo focus sulla situazione in Italia.

Parlare di 12 vaccini in Italia è sbagliato e, se vogliamo, sbagliare è nell’umana natura; insistere, però, significa disinformare. Come riportava la sezione Scienza dell’agenzia Ansa si parla di 12 vaccini in 4 punture. Quattro.

Le prime 6 vaccinazioni rese obbligatorie sono anti-poliomelitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse e anti Haemophilus influenzae tipo B. Queste, spiega l’esperto, “sono tutte raggruppate in un unico vaccino esavalente che viene fatto dal 60/mo giorno di vita in 3 dosi: a 3, 5 e 11-12 mesi di vita”.

Poi:

Diventa obbligatoria anche la vaccinazione anti-meningococcica B, che “viene fatta a distanza di 15 giorni dall’esavalente in 4 dosi: a 3, 4, 6 e 12-15 mesi”. Obbligatori, poi, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite e anti-varicella: “Queste vaccinazioni sono somministrate con un unico vaccino quadrivalente in un’unica dose al 13/mo mese di vita, con un richiamo previsto a 5 anni di età”. Infine, l’anti meningococcica C, che “viene somministrata al 14/mo mese, con un richiamo tra gli 11 e i 18 anni.

Parlare di 12 vaccini in Italia significa fare disinformazione. Se volete approfondire l’argomento vi rimandiamo, ancora una volta, al nostro vecchio articolo.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News