Zero prove e fonti dietro le teorie no vax e Covid del Dottor Roberto Petrella, radiato dall’Albo

di Redazione Bufale |

Dottor Roberto Petrella
Zero prove e fonti dietro le teorie no vax e Covid del Dottor Roberto Petrella, radiato dall’Albo Bufale.net

Non esistono fonti, come ammette lui stesso, dietro le teorie esposte di recente dal Dottor Roberto Petrella, tra le altre cose radiato dall’Albo dei Medici. Sostanzialmente, l’ex dottore di Teramo ormai in pensione continua ad affermare tramite alcuni video che lo vedono protagonista come il Covid-19 in realtà si nasconda dietro il vaccino per l’influenza che è stato somministrato prima dei casi iniziali di Coronavirus in Italia. Dunque, non siamo così lontani da altre “improbabili teorie” che abbiamo analizzato in giornata sul nostro sito.

Il Dottor Roberto Petrella ci dà la sua verità sul Covid, ma senza fonti

Ogni suo video, girato dal diretto interessato o da persone a lui vicine, vertono sempre sullo stesso argomento. Non parliamo di negazionisti, ma di vigorosi “no vax”, soliti esprimersi con parole forti contro le case farmaceutiche pur di far valere le proprie ragioni. E così sta avvenendo anche in un nuovo filmato che ce lo mostra con il gilet arancione. Già questo dettaglio, in realtà, dovrebbe dirci tante cose sull’autorevolezza delle sue affermazioni.

Chi vi scrive non è medico, ma se c’è una cosa che in redazione abbiamo imparato in questi anni, è che determinate teorie parlando di vaccini, soprattutto in un periodo storico come questo caratterizzato dalla costante diffusione del Covid-19, è che il Dottor Roberto Petrella non abbia autorevolezza in merito. E non si tratta di opinioni personali, ma del semplice fatto che dietro le sue parole non ci siano mai prove inconfutabili in grado di far cambiare idea all’opinione pubblica.

Del resto, dopo la sua radiazione e ancor prima dell’esplosione dell’emergenza Coronavirus, sulla sua pagina Facebook Roberto Burioni aveva già attaccato in modo esplicito il Dottor Roberto Petrella. A quest’ultimo, infatti, viene imputata una colpa molto grave, vale a dire quella di divulgare disinformazione scientifica su questioni a dir poco delicate nel 2020.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News